Moliere più attuale che mai: al Goldoni arriva "Il Misantropo" nella versione contemporanea di Valter Malosti

  • Dove
    Teatro Goldoni
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 30/01/2020 al 02/02/2020
    30 Gennaio 2020 20:30 Turno P - 31 Gennaio 2020 19:30 Turno V - 1 Febbraio 2020 19:00 Turno S - 2 Febbraio 2020 16:00 Turno D
  • Prezzo
    Intero da 14 euro
  • Altre Informazioni
    Sito web
    teatrostabileveneto.it

È il 1666 quando Molière debutta con il suo Misantropo, una commedia amara e filosofica, anomala e profetica, considerata da molti il suo capolavoro. Quattro secoli dopo Valter Malosti, che lo dirige e lo interpreta nei panni di Alceste e ne ha adattato la lingua insieme a Fabrizio Sinisi, lo riporta sul palco in una versione contemporanea del tutto inaspettata ne Il Misantropo (ovvero il nevrotico in amore) in scena al Teatro Goldoni di Venezia dal 30 gennaio al 2 febbraio 2020.

La commedia portata fuori dalla sua epoca è radicata in un presente non banalmente rock, ricco di accidia, di furore, d’incapacità di vivere i sentimenti, peraltro spesso inesistenti, di una sessualità esibita e vissuta come affermazione sociale, di un desiderio sfrenato, quasi malato e allo stesso tempo impossibile da realizzare. L’Alceste di Malosti è un filosofo, un nero buffone, un folle estremista del pensiero, che assume in sé anche le risonanze più intime e strazianti del dramma molièriano, senza rinunciare alla sottile linea comica, al fuoco farsesco che innerva il protagonista.

Il Misantropo è oggi un testo totalmente “al presente”, violento, potente, perturbante. Una commedia tragica, venata di una forma di umorismo instabile e pericolante, che porta in sé, appena al di sotto della superficie comica, le vive ferite e il prezzo altissimo costato al suo autore: in essa emergono le nevrosi, i tradimenti, i dolori di un personaggio capace di trasformare tutto il proprio disagio e la propria rabbia in una formidabile macchina filosofica, esistenziale e politica, che interroga e distrugge qualunque cosa incontri nel suo percorso. Ma questo capolavoro è allo stesso tempo anche il dramma di un essere inadeguato alla realtà, l’allucinata tragedia di un uomo ridicolo, che si scontra con un femminile complesso e modernissimo, rappresentato come un prisma dalle tre figure di donna presenti nel testo, una sorta di misteriosa trinità.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Musikamera: il programma della stagione 2019/2020

    • dal 11 dicembre 2019 al 12 novembre 2020
    • Teatro La Fenice
  • Art's Connection 2020, torna il festival del vetro di Murano: programma

    • Gratis
    • dal 12 luglio al 31 dicembre 2020
    • Museo del vetro
  • Giornate Fai d'autunno: cosa si potrà visitare in provincia il 24 e 25 ottobre

    • dal 24 al 25 ottobre 2020
    • Sedi varie (vedi dettaglio)
  • "De scondon": Venezia al tempo del Covid-19 vista dagli occhi di un veneziano

    • dal 17 ottobre al 1 novembre 2020
    • Scoletta di San Giovanni Battista in Bragora
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    VeneziaToday è in caricamento