rotate-mobile
Mostre

"Cercasi gemelli per la Biennale": curiosità sui social, ma per ora le bocche sono cucite

I curatori non possono fornire informazioni sul progetto. Sono già numerose le persone che hanno inviato la propria candidatura. Prevista una retribuzione per i partecipanti

La curiosità è molta, ma per il momento resta tutto top secret. Da mercoledì circola sui social network un annuncio per la prossima Biennale di Venezia 2017: "Cercasi coppie di gemelli omozigoti o di sosia". Un progetto che - come si legge - dovrebbe essere interessante, un'esperienza piacevole e gratificante.

Come specificato dai responsabili, tuttavia, non è possibile avere nessun tipo di informazione aggiuntiva, in quanto vige il più stretto riserbo riguardo ai dettagli dei vari progetti, e bisogna "accontentarsi" di quanto specificato dalla curatrice della kermesse, Christine Macel, nella conferenza stampa di presentazione.

Quello che si sa, ad ogni modo, è che gli incontri con gli aspiranti partecipanti si svolgono nei weekend, con un calendario concordabile sulla base degli impegni dei singoli. Le coppie di gemelli/sosia, per il loro tempo e partecipazione "avranno una buona retribuzione". Se siete residenti in Veneto (preferibile), e rispondete alle richieste dell'annuncio, potete "farvi sotto" all'indirizzo mail biennalecasting@gmail.com.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cercasi gemelli per la Biennale": curiosità sui social, ma per ora le bocche sono cucite

VeneziaToday è in caricamento