Good night, and good luck"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Le curatrici della School for Curatorial Studies in Venice, The Cool Couple e A plus A Gallery sono lieti di annunciare la mostra

Good Night, and Good Luck.

Inaugurazione mercoledì 28 settembre 2016 alle ore 18.00

A plus A Gallery

San Marco 3073, Venezia

Alla fine del 1940, in una Londra piagata dai bombardamenti tedeschi, la futura regina Elisabetta salutava i suoi sudditi augurando "good night and good luck to you all". Tra i cittadini era infatti un detto comune, in un periodo in cui la vita era una roulette russa. Ed Murrow, allora reporter di guerra americano, ne rimase colpito e ne fece uno dei suoi "slogan" più noti. Quando, negli anni '50, si oppose alla politica anticomunista del senatore McCarthy, le sue trasmissioni denunciavano i lati oscuri della politica del terrore e si concludevano con questo sinistro augurio. Nel 2005 George Clooney lo adottò come titolo di un film da lui diretto e dedicato alla battaglia condotta da Murrow contro il maccartismo, uno dei pochi momenti, secondo il regista, in cui la televisione americana ha apertamente preso una posizione.


La lunga crisi globale che stiamo vivendo, per alcuni la fine di un'era, sembra priva di una soluzione. Il mondo sta cambiando davanti ai nostri occhi a una velocità inimmaginabile fino a pochi anni fa. Siamo ossessionati dall'obsolescenza. Siamo abbandonati a noi stessi, impegnati a mangiare cibi biologici, a fare esercizio fisico, a interagire con il resto del mondo, un'instancabile forza lavoro impegnata a produrre un'economia per cui non siamo retribuiti. Il mondo fatto a nostra immagine e somiglianza, in fin dei conti non è così bello come pensavamo. E non possiamo più photoshopparlo.


A partire da questi interrogativi, le curatrici, le quali, grazie alla varietà di background e provenienza, hanno avviato una serie di ricerche basate sull'idea che, oggi, il management del visuale costituisce una forma di potere. Attraverso lo studio di artisti come Hito Steyerl e Trevor Paglen, si è sviluppato un percorso che affronta alcuni dei temi portati alla ribalta dai recenti eventi internazionali. Good Night, and Good Luck è anche una riflessione sulle potenzialità dell'arte in un periodo storico dove la libertà di espressione è tornata ad essere oggetto di dibattito, sulle pratiche di coinvolgimento e collaborazione orizzontale, sul ruolo dei collettivi e sulla possibilità di impiegare l'ironia come uno strumento di resistenza.

Il corso ha visto la partecipazione di numerosi ospiti che hanno contribuito ad approfondire ulteriormente la ricerca, quali i curatori Gaia Tedone, Vincenzo Estremo, Francesca Lazzarini e gli artisti Francesco Jodice e Discipula.

La mostra inaugurerà il 28 settembre presso gli spazi della A plus A Gallery di Venezia e coniugherà il lavoro di alcuni artisti internazionali scelti dalle curatrici del corso, tra cui alcune opere inedite di The Cool Couple.

Curatori

Aderonke Akinyele (Nigeria), curatrice e responsabile del progetto per Terra Kulture Art Gallery e Terra Kulture Mydrim Casa d'Aste (TKMG) di Lagos, Nigeria. Ha studiato arti visive e conseguito un MA in "Media and Creative Enterprise" presso la Birmingham City University.

Paola Aluzzi (Messico), business administrator e commerciante d'arte, curatrice d'arte e titolare della galleria Cavalleto Art Consultant Fine Art in Puebla, Messico. Ha conseguito un PG in storia dell'arte presso l'American School in Switzerland.

Chiara Argentino (Italia), storica dell'arte e curatrice indipendente. Ha studiato estetica e storia dell'arte, specializzandosi in culture orientali; in seguito ha conseguito un Master in "Curatela museale e di eventi". Ha organizzato incontri con artisti e mostre presso istituzioni pubbliche e private. Il suo campo di ricerca sono le differenti declinazioni del concetto di "inconscio" nelle arti visive.

Paula Bruzzi Berquó (Brasile), architetto, curatrice e ricercatore universitario. Ha conseguito un MA in "Arquitetura e Urbanismo" presso la Universidade Federal de Minas Gerais, Belo Horizonte. Ha pubblicato numerosi articoli accademici sul rapporto arte e città, e ha organizzato mostre e progetti culturali in Brasile.

Maria de los Angeles Donoso (Cile), storica dell'arte. Diplomata in Critica d'arte, attualmente sta conducendo delle ricerche riguardanti l'aspetto pubblico dell'arte e di altre espressioni culturali, nonché il campo della mediazione culturale.

Nelly Fili (Grecia), archeologa e museologa. Ha conseguito un MA in "Museum and Gallery Managment" presso la City University di Londra. Per anni è stata consulente e capo del Dipartimento delle Pubbliche Relazioni del Ministro della Cultura ellenico, oggi è partner di FILIS Consulting Ltd di cui gestisce le relazioni pubbliche, gli eventi culturali e gli uffici di progettazione.

Livia Zaffalon (Brasile), architetto. lavorato all'allestimento di mostre d'arte a San Paolo, Brasilia e Rio de Janeiro. Al centro della sua ricerca il rapporto tra arte pubblica e architettura.

Sheila Zago (Brasile), curatrice e educatrice nel campo artistico. Coordinatrice del progetto CONEXUS, che la porta a viaggiare per tutto il mondo per promuovere artisti indipendenti, mostre di arte contemporanea e workshop. Al momento sta completando un MA in "Museum and Gallery Practice" presso la University College London, Qatar-UK.

Artisti

The Cool Couple (Italia) è un duo di artisti fondato a fine 2012 da Niccolò Benetton e Simone Santilli. Il loro lavoro si concentra sulle relazioni quotidiane che le persone hanno con le varie forme di rappresentazioni collettive, nel tentativo di mettere in evidenza i punti di attrito in un immaginario contemporaneo.

The School for Curatorial Studies Venice è una scuola per curatori d'arte, nata a Venezia nel 2004 nell'ambito della galleria A plus A con l'obiettivo di diffondere sapere nell'ambito delle arti visive e introdurre alle professioni che ruotano attorno all'arte contemporanea. A tale scopo sono organizzati il corso in "Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee", giunto quest'anno alla 24° edizione e la "Summer Course in Curatorial Practice"; due progetti ambiziosi e impegnativi ideati per dare una visione più articolata ed ampia del complesso mondo dell'arte. Gli studenti partecipanti, con il supporto logistico-organizzativo della scuola, hanno la possibilità di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante il periodo di formazione ideando, organizzando e allestendo una mostra o un evento espositivo a completamento dell'esperienza di studio. La scuola e la galleria sono diretti da Aurora Fonda e Sandro Pignotti.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento