Magritte torna a casa: "L'impero della luce" del pittore belga alla Peggy Guggenheim

Previste visite guidate gratuite per ammirare l'opere del grande artista surrealista

Un gradito ritorno alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia. Sarà nuovamente esposto da domani, mercoledì 7 novembre, il capolavoro di René Magritte "L’impero della luce" (1953–54). Tra le opere più amate, a fine aprile il quadro dell’artista belga ha lasciato Palazzo Venier dei Leoni per essere esposto in occasione della grande la mostra René Magritte: The Fifth Season, allestita al San Francisco Museum of Modern Art. L’esposizione ripercorreva la seconda metà della carriera di Magritte, dal 1943 al 1967 circa, riunendo opere provenienti da tutto il mondo per celebrare il talento di un pittore che, a distanza di oltre cinquant’anni dalla sua scomparsa, continua a esercitare una grande fascinazione sul pubblico.

Visite guidate gratuite

In occasione del ritorno “a casa” de L’impero della luce, da domani fino al 15 novembre il museo offre tutti i giorni alle 17 presentazioni gratuite al pubblico pagante. La partecipazione è libera previo acquisto del biglietto d’ingresso. Inoltre domenica 25 novembre anche i bambini potranno conoscere i segreti che si celano dietro la tela di Magritte con il Kids Day Giochi di luce con René Magritte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Almeno 18 versioni della stessa opera

Tra il 1948 e il 1964 Magritte dipinge almeno 18 versioni di questa stessa opera, oggi conservate in musei di fama internazionale tra cui il Museum of Modern Art a New York e il Musées des Beaux-Arts de Belgique a Bruxelles. Quella acquisita da Peggy Guggenheim è tra le più grandi e, senza dubbio, tra quelle di maggiore successo. Venne esposta per la prima volta nel Padiglione del Belgio durante la XXVII Biennale di Venezia del 1954, e nell’ottobre di quello stesso anno Peggy l’acquisisce dall’artista stesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Tagli capelli autunno 2020: tutte le tendenze per corti, medi e lunghi

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

  • Fiori d'arancio in casa Panatta: Adriano sposa la sua Anna a Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento