rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Mostre

Manca poco all'apertura della mostra dedicata a Tutankhamon e l'Antico Egitto

L'esposizione sarà inaugurata a Palazzo Zaguri il prossimo 29 ottobre. Archeologi, egittologi e informatici hanno lavorato per ricostruire in 8K l'interno della tomba del faraone

Entrare visivamente nella tomba di Tutankhamon rivivendo di persona l’emozione sperimentata dai suoi scopritori un secolo fa, non senza aver prima sbirciato da una fenditura interna alla piramide che affaccia dentro la stanza del suo tesoro come fece Carter quando esclamò: «vedo cose meravigliose». È fra le sorprese promesse dalla mostra "Tutankhamon, 100 anni di misteri" che aprirà i battenti il 29 ottobre, allestita da Venice Exhibition nelle 36 sale espositive distribuite nei cinque piani del trecentesco Palazzo Zaguri in campo San Maurizio.

Al lavoro archeologi, egittologi, scenografi, informatici, maestri di musica, per ricostruire, in ogni dettaglio della vivida realtà virtuale in 8k, tutto lo sfarzo interno e l'atmosfera della tomba riportandola esattamente a quando fu aperta per la prima volta il 4 novembre del 1922. Ai visitatori basterà infatti indossare uno dei 50 visori virtuali messi a punto da Webn'Go di Treviso per venire immediatamente proiettati di fronte allo splendore che ha affascinato generazioni di appassionati dell’Antico Egitto.

«Abbiamo lavorato al più avanzato progetto di ricostruzione 3D della tomba di Tutankhamon, impiegando le più innovative tecnologie grafiche realtime e di fotogrammetria. - spiega Fabio Visentin, amministratore di Web'nGo - OneVR società che ha sede in Italia, Germania e Florida, “impiegando, nei vari mesi di sviluppo del software che guiderà le sensazioni dei visitatori amplificate dall’ipervisione virtuale. Ben 8 gli specialisti informatici che si sono occupati della ricostruzione completa in 3D delle sale del tesoro del faraone sotto la stretta supervisione di egittologi e altri esperti. Nella seconda virtual room si vivrà invece in prima persona l’esperienza esoterica del viaggio egizio dei morti visitando la camera funeraria e tutte le sue meraviglie come sacrari e sarcofagi».

L'indagine sull'Antico Egitto

La mostra di Venezia celebrerà Tutankhamon, ma anche e soprattutto il secolo di misteri, di domande e risposte. Una mostra che si distinguerà per i molti fronti d'indagine, anche metodologica, sulla realtà dell'Antico Egitto mostrando in quante maniere il faraone sia contestualizzato in quella cultura antica, e nel contempo come quella cultura fu fortemente condizionata dal territorio egiziano stesso, indagandone, nell’ambito del percorso esporitivo, addirittura l’origine preistorica.

I visitatori potranno inoltre confrontare i lineamenti della famosa maschera d'oro del sarcofago di Tutankhamon con un inedito ritratto pittorico analitico del giovane faraone. L'identikit scientifico multidisciplinare restituirà la sua immagine tenendo conto dell'indagine psicologica sul suo vissuto, oltre che dell'analisi comparata dei suoi resti e di tutte le opere artistiche che lo hanno rappresentato nell'arco di oltre tre millenni.

«Sembrerà di guardare negli occhi il giovane Tuthankamon, - spiegano gli organizzatori - il ritratto che verrà esposto a Venezia è stato commissionato ad una famosa ritrattista, con l'intento di restituircelo come una sua fotografia proveniente dal passato. Renderà visibili i suoi lineamenti e le sue abitudini espressive, grazie ad un'elaborata tecnica ritrattistica amplificata nei dettagli non solo grazie alla sovrapposizione grafica delle molteplici rappresentazione artistiche a lui dedicate in tutte le epoche, ma anche tenendo conto dei momenti cardine della sua esistenza scandagliati da studi multidisciplinari di psichiatria, antropologia e archeologia, che hanno tra l'altro approfondito la forma mentis degli antichi egizi, per specificare ed individuare con maggiore precisione il suo identikit».

Alcune cifre sulla colossale mostra:

  • 5 piani di esposizione
  • 36 sale allestite da 25 allestitori
  • oltre 180 vetrine
  • 1000 reperti esposti
  • 600 faretti di illuminazione
  • un percorso espositivo lungo 1000 metri per il quale serviranno 3 ore di visita. 

I biglietti in prevendita della mostra “Tuthankamon, 100 anni di misteri” sono acquistabili nel portale www.italmostre.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manca poco all'apertura della mostra dedicata a Tutankhamon e l'Antico Egitto

VeneziaToday è in caricamento