Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Carità Colpita", all'Angelo la mostra che ricorda i bombardamenti su Venezia VIDEO

 

"La Carità Colpita" è la mostra allestita nella grande hall di ingresso dell'ospedale, inaugurata mercoledì: fa memoria dei bombardamenti che durante la Grande Guerra martoriarono la città di Venezia e che, proprio cent’anni fa, portarono la loro devastazione anche in un Reparto dell’ospedale di allora, l’ospedale Civile di Venezia, provocando due vittime e ferendo numerosi altri degenti.

"Importante fare memoria ovunque"

"Quell’ordigno bellico che nel 1917 sventrò un reparto di degenza - sottolinea il direttore dell'Ulss 3, Giuseppe Dal Ben - colpì il simbolo della sanità cittadina di allora, e colpì la quindi la carità, l’assistenza e la cura, di cui oggi l’ospedale dell’Angelo è un riferimento importante, per tutta l’area. Anche qui è importante fare memoria, capire il contesto in cui un fatto simile può essere successo, e ribadire il dolore per quanto accaduto, perché non si ripeta".

Ricostruzione della Grande Guerra

La mostra propone la ricostruzione dello scenario della Grande Guerra, in particolare a Venezia, contesto entro cui si inserì lo specifico evento del bombardamento sull’ospedale. Propone testi, reperti, testimonianze, illustrazioni e tutto quanto può far luce sul tragico fatto che toccò emotivamente l’opinione pubblica non solo veneziana: in una lunga guerra combattuta non solo con fucili e cannoni, ma anche con le armi della propaganda, il fatto rappresentò un segno tangibile della crudeltà del nemico, che non aveva voluto risparmiare nemmeno un luogo di pietosa cura e soccorso come l’ospedale.

Apertura

La mostra resta aperta fino al 25 marzo. È stata realizzata grazie alla collaborazione tra Ulss, Scuola Grande di San Marco, Università Ca' Foscari, Deputazione di Storia Patria delle Venezie, Accademia delle scienze di Vienna, l'Istituto austriaco di Studi storici di Roma. Hanno collaborato da un punto di vista storiografico ed organizzativo per l'impostazione della Mostra.  Sostengono l’iniziativa: Veneta Sanitaria Finanza di Progetto, Gpi e  Actv.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento