Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

The Venice Glass Week: "Una sinergia di istituzioni, gallerie, fornaci e operatori"

"Venerdì, alla Vez, ci sarà la discesa del vetro in terraferma", annuncia l'assessore al Turismo, Paola Mar, che ha presentato la settimana dedicata al vetro, dal 9 al 16 settembre.

 

Con l'assessore a Ca' Farsetti, martedì, c'erano il direttore della Fondazione Muve, Gabriella Belli, e Jean Blancheart, del Comitato scientifico di "The Venice Glass Week". Presenti i rappresentanti del Comitato promotore della manifestazione, e delle istituzioni. 

"Il prossimo anno progettiamo una mostra diffusa di concerto con le attività commerciali in città", anticipa Mar. "Avevamo la necessità e il desiderio - spiega Belli - di fare qualcosa di veramente importante per Venezia, con spirito di condivisione. Qui ci sono tutte le persone coinvolte per promuovere gallerie, fornaci e operatori. C'è una coralità di collaborazione che ci dà soddisfazione".

L'esposizione

La seconda edizione del festival internazionale dedicato all'arte vetraria parte quest'anno con il 20% in più di eventi rispetto all'anno scorso, per un totale di oltre 180 appuntamenti, e mira a superare i 75mila visitatori registrati nel 2017. Organizzata dal Comune di Venezia e curata dal direttore del Museo del Vetro di Murano, Chiara Squarcina, l'esposizione - a ingresso gratuito, aperta dalle ore 9 alle 19 (solo il lunedì dalle ore 14.30 alle 19) - propone una selezione di vetri d'arte realizzati a lume e a soffio, firmata da importanti artisti contemporanei.

Economia locale

“Il vetro – ha continuato Mar - è una storia di lavoro, di ricerca, di scambi culturali e testimonianza di un'evoluzione del gusto e dell'arte sicuramente favorita dal cosmopolitismo di Venezia. Non è però solo tradizione: è da vedersi anche in chiave contemporanea, come eccellenza produttiva che può contribuire al rilancio dell'economia locale e che dimostra la vitalità di Venezia oggi”. 

Il festival - promosso dal Comune di Venezia e ideato, oltre che dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, da Fondazione Giorgio Cini, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti e Consorzio Promovetro Murano - propone mostre, visite guidate, convegni, proiezioni, attività didattiche e molto altro ancora. Il programma completo è stato illustrato da Gabriella Belli, la quale ha aggiunto: “Non possiamo sapere se e quanto questo progetto andrà ad impattare sull'attività produttiva reale di Murano, ma siamo consapevoli che darà un contributo importante per la sua diffusione e confidiamo che il nostro impegno dia i suoi frutti. Il nostro è un lavoro coeso che va avanti, perché vogliamo che la Venice Glass Week diventi il punto di riferimento mondiale per il il vetro. Murano davvero lo merita.”

“Questa è una manifestazione democratica, popolare – ha aggiunto infine Blancheart – che abbraccia tutta la produzione del vetro di qualità che viene fatta ed esibita oggi a Venezia. Di Murano vengono dette cose inesatte, ma si tace il più delle volte che proprio qui vengono prodotti i più bei vetri al mondo: questo è quanto ci proponiamo di far conoscere”.

Il festival avrà la sua anteprima sabato, al Museo del Vetro di Murano, con l’inaugurazione della mostra “Mario Bellini per Murano”, a cura di Gabriella Belli e Chiara Squarcina, in cui il vetro viene presentato quale elemento creativo dell'architettura. Entrerà poi nel vivo domenica con l’inaugurazione della mostra “La vetreria M.V.M. Cappellin e il giovane Carlo Scarpa 1925-1931”, a cura di Marino Barovier, a “Le stanze del vetro” sull'Isola di San Giorgio, dove il Centro Studi del Vetro propone inoltre “Open Glass Archives”.

Dopo la mostra

Dal 14 settembre, invece, la Fondazione Giorgio Cini ospiterà l'esposizione dedicata alla “Homo Faber: Crafting a more human future”, organizzata dalla Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship”. Dal 10 al 12 si terrà la settima edizione delle “Giornate di studio sul vetro veneziano”, durante la quale esperti e appassionati provenienti da tutto il mondo si confronteranno sulle tecniche del vetro soffiato a stampo, a mezza stampatura e applicazioni a caldo attraverso i secoli, mentre il Consorzio Promovetro Murano, oltre a organizzare l'installazione multimediale ispirata al vetro “Glasses Archipelago” a Palazzo Querini, promuove degli itinerari alla scoperta del vetro di Murano, toccando fornaci e laboratori normalmente non accessibili al pubblico. 

Il programma completo su: www.theveniceglassweek.com

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento