Tracce al femminile... Storie di donne e altri racconti sulla grande guerra nel Portogruarese

Tracce al femminile (Cortino di Fratta, 12 dicembre 2015 - 31 gennaio 2016) è la mostra dedicata alla Grande Guerra nel territorio, con protagoniste le donne e una sezione speciale dedicata all'Istituto San Filippo Neri di Portogruaro. Ingresso libero. A cura di Dimensione Cultura.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Tracce al femminile... Storie di donne e altri racconti sulla Grande Guerra nel portogruarese
Cortino di Fratta, Fossalta di Portogruaro
12 dicembre 2015 – 31 gennaio 2016

Fossalta di Portogruaro, 5 dicembre 2015 - Sabato 12 dicembre alle ore 17.00 presso il Cortino del sito del Castello di Fratta verrà inaugurata la prima tappa della mostra itinerante Tracce al femminile… Storie di donne e altri racconti sulla Grande Guerra nel portogruarese. L’iniziativa si inserisce tra le attività del progetto "Tracce di una guerra nel portogruarese", promosso e cofinanziato dai Comuni di Annone Veneto, Concordia Sagittaria, Fossalta di Portogruaro, Gruaro, Portogruaro, Pramaggiore, Teglio Veneto, il Centro di Documentazione Aldo Mori (soggetto coordinatore), il circolo Auser di Portogruaro e realizzato con il contributo della Regione Veneto, ai sensi della legge regionale 11/2014, art.9.

I contenuti e l’allestimento, curati dall’Associazione culturale DIMENSIONE CULTURA – Impresa sociale, presentano uno spaccato della Grande Guerra vissuta dalle donne attraverso un racconto immersivo fatto di immagini, lettere e documenti sul ruolo e la condizione femminile con particolare riferimento al 1917, anno dell’occupazione austriaca. Una narrazione che mette in luce il compito fondamentale ricoperto dalle donne che, dopo la partenza di milioni di uomini per il fronte, assunsero la responsabilità della conduzione della famiglia e dell’amministrazione dei suoi beni, garantendo la sussistenza a vecchi e bambini.

La propaganda politica attraverso i media dell’epoca non mancherà di ribadire e sottolineare la loro funzione di numi tutelari del focolare domestico: come tante Penelope, le donne saranno idealmente chiamate a conservare nelle difficili e a volte drammatiche trame della quotidianità ritmi, valori e tradizioni di una civiltà contadina messa a dura prova dal conflitto. In questo mutato assetto sociale le donne di classe sociale più umile aumentarono ancor di più le loro fatiche, mentre le borghesi contribuirono in prima persona diventando crocerossine o impegnandosi in altre attività di supporto alle operazioni militari. Un attivismo femminile che in molti casi dovrà però fare i conti con i soprusi e le barbarie che ogni guerra porta con sé: a questo proposito la mostra dedica una sezione speciale all’Istituto San Filippo Neri, fondato a Portogruaro da monsignor Celso Costantini per accogliere i figli illegittimi nati per la maggior parte in seguito alle violenze subite dalle donne nelle zone di guerra.

Tracce al femminile, che sarà visitabile al Cortino di Fratta di Fossalta di Portogruaro fino al 31 gennaio 2016, è stata progettata come mostra itinerante per poter essere ospitata anche in altre sedi espositive e pensata come un libro aperto sulla storia del territorio, le cui pagine possono essere lette da tutti e soprattutto dai più giovani, chiamati purtroppo anche oggi a riflettere sull’importanza della pace e della convivenza tra i popoli.

Orari di apertura: mercoledì 10.00-12.00 e 15.00-17.00, venerdì 10.00-12.00, domenica 10.00-12.00 e 15.30-18.00. Aperture straordinarie su prenotazione per scolaresche e gruppi.

INGRESSO GRATUITO

Info e prenotazioni:
Associazione culturale Dimensione Cultura Impresa Sociale
info@dimensionecultura.com – 349 4008835
facebook.com/DimensioneCultura
Twitter: @DimensioneCult
Instagram: dimensione_cultura

Torna su
VeneziaToday è in caricamento