menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ocio che si balla", tornano anche nel 2018 le iniziative per i "giovani" della terza età

Programmazione suddivisa per stagioni quella proposta dal Comune di Venezia e dalla questura. Si tratta di pomeriggi dedicati al divertimento, all'aggregazione e all'informazione

Riparte anche nel 2018 l'iniziativa "Ocio che si balla", i pomeriggi informativi e danzanti avviati dall'estate del 2008 come uno dei dispositivi del progetto “Ocio, Ciò! Città e Sicurezza”, realizzato dalla Direzione Coesione sociale del Comune di Venezia in collaborazione con la questura.

Programmazione in stagioni

Anche quest’anno la programmazione sarà suddivisa in stagioni. I pomeriggi  verranno realizzati sia a Venezia centro storico sia in terraferma a Mestre. All’ ex centrale del latte “Palaplip” di via San Donà 195 a Carpenedo la stagione invernale inizierà martedì prossimo 16 gennaio per poi proseguire martedì 30 gennaio, martedì 13 e 27 febbraio e martedì 13 e 27 marzo. A Venezia, invece, gli appuntamenti invernali sono fissati in sala San Leonardo, Cannaregio, per martedì 23 gennaio, martedì 20 febbraio e martedì 20 marzo, dalle ore 15 alle 18.

Aggregazione e divertimento, ma non solo

Gli appuntamenti di Ocio che si balla rappresentano  un'opportunità di  aggregazione, di divertimento e di socializzazione  per i “giovani della terza età” ma anche uno spazio informativo per mettere in guardia sugli ultimi furti in atto nel territorio e per diffondere l’opera di sensibilizzazione in tutta la città, con una particolare attenzione alle persone che vivono da sole. Si ritornerà a parlare anche di “Ocio agli spintoni!” per mettere in guardia sui  furti con destrezza avvenuti sui mezzi pubblici del territorio Veneziano nel corso del 2017. Dai dati raccolti attraverso il Fondo “Ocio al tacuìn”, il contributo offerto dall’Assessorato Coesione Sociale del Comune di Venezia agli ultrasettantenni rimasti vittima di un furto, risulta infatti che quasi i due terzi dei furti con destrezza in città sono avvenuti a bordo dei mezzi pubblici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento