menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un mese al via di LovEat, salone di eccellenze enogastronomiche e turismo esperienziale

La manifestazione, che si terrà dal 2 al 4 dicembre prossimi al Pala ExpoVenice di Marghera, è stata presentata mercoledì mattina. Il Veneto tenderà la mano alle regioni terremotate

LovEat, il Veneto tende la mano alle aziende delle regioni colpite dai terremoti. Ci sarà spazio anche per la solidarietà durante il primo salone delle eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche italiane e internazionali e del turismo esperienziale, in programma al Pala ExpoVenice dal 2 al 4 dicembre 2016 (DETTAGLI). Ed è proprio il connubio tra i prodotti realizzati o coltivati a conduzione quasi familiare con la possibilità di conoscere cibo e tradizioni della nostra terra grazie al turismo di gusto, la vera “chicca” che differenzia LovEat da tutte le altre manifestazioni sul tema presenti in Italia.

LovEat a Venezia, in partnership con Eurosportello del Veneto, chiude il cerchio tra storia, innovazione e cooperazione internazionale: in un’ideale "Via del Cibo" che unisce tutte le eccellenze italiane e internazionali, LovEat 2016 trova la sua massima espressione nel coniugare le eccellenze del food & beverage con il turismo esperienziale, sull’onda dello studio pubblicato da Food Travel Monitor 2016, il più importante studio internazionale sul turismo enogastronomico presentato dalla World Food Travel Association, in cui si evidenzia come il turismo del gusto sia in continua crescita e l’Italia sia la prima meta golosa al mondo. Quando andare in vacanza significa anche e soprattutto divertirsi prendendo coscienza del territorio, imparando a cucinare piatti tipici, assaggiando le specialità locali che, da sempre, portano con sé un bagaglio di tradizioni capaci di sopravvivere grazie all’eredità tramandata di padre in figlio. 

Questo voleva Cesare Busetto, ideatore e direttore di LovEat, e questo è riuscito a fare coinvolgendo numerose realtà italiane e internazionali. Non a caso la sua società ha un nome, Hanami, che richiama la primavera, il momento in cui i Giapponesi si fermano per ammirare estasiati quel meraviglioso fenomeno che è lo sbocciare tutti insieme, rispondendo al silenzioso comando naturale, dei ciliegi. Un inno vero e proprio alla rinascita. "Avevo un sogno - spiega Busetto - portare per la prima volta nella mia città una fiera che riunisse le eccellenze venete, italiane e internazionali, quelle di nicchia, quelle che fanno la differenza, per intendersi, e il turismo esperienziale, che è a tutti gli effetti una nuova e importante opportunità di business soprattutto per i piccoli e medi produttori legati al proprio territorio e agli agriturismi che fanno dell’eccellenza il proprio fiore all’occhiello. Una bella scommessa che ha coinvolto dei partner eccezionali anche e soprattutto per l’originalità del progetto. Stiamo ricevendo un bel feedback sia dai produttori italiani, sia da quelli esteri. Ci vediamo dal 2 al 4 dicembre a Venezia".

STAND A PREZZO DI COSTO PER I PRODUTTORI COLPITI DAL TERREMOTO - Consci delle difficoltà che stanno attraversando i produttori di Lazio, Umbria, Marche e parte dell’Abruzzo, venuti a conoscenza che gli stessi stanno cercando di organizzarsi in consorzi o comunque di radunare le forze per far fronte a questa terribile emergenza, Cesare Busetto e Gian Angelo Bellati, Segretario Generale di Unioncamere del Veneto, si stanno prodigando affinché i produttori, le aziende, i consorzi, le Camere di Commercio e le Regioni colpite dal terremoto abbiano accesso agli stand di LovEat 2016 al puro prezzo di costo.

B2B, WORKSHOP E CONVEGNI INTERNAZIONALI - Due i convegni internazionali e due le giornate dedicate al "B2B". LovEat, infatti, ospiterà il 1º Convegno Internazionale sull’Alimentazione con la partecipazione di chef di fama mondiale, reduci dalle Olimpiadi di Cucina 2016 in programma dal 22 al 25 ottobre in Germania, e un secondo convegno incentrato sul turismo esperienziale, sull’onda dello studio pubblicato da Food Travel Monitor 2016, il più importante studio internazionale sul turismo enogastronomico presentato dalla World Food Travel Association, in cui si evidenzia come il turismo del gusto sia in continua crescita e l’Italia sia la prima meta golosa al mondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento