rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024

Tutto pronto per il Palio di Mestre 2018: i vecchi quartieri si sfidano a suon di sport VD

Ritorna anche quest'anno la tradizionale manifestazione sportiva che vedrà in competizione, per la conquista del Palio di Mestre, i vecchi Quartieri Carpenedo/Bissuola, S. Lorenzo XXV Aprile, Piave 1866 e Terraglio che costituiscono attualmente il territorio della Municipalità Mestre Carpenedo.

"Per riappropriarsi di spazi critici"

Promossa dalla Municipalità, questa settima edizione si svolgerà domenica nell’area sportiva del Parco Albanese ex Bissuola. "Sarà una domenica di sport - ha commentato alla presentazione di venerdì l'assessore al Turismo, Paola Mar - una sfida tra i quattro quartieri della città. Sarà anche un modo di riappropriarsi di alcuni spazi che per la mancanza di frequentazione diventano spazi critici. Ben vengano dunque le sfide ed il divertimento".

Una giornata all’aria aperta, all’insegna dello sport e del divertimento. L’iniziativa, che coinvolgerà circa 300 atleti, è stata presentata venerdì mattina al Municipio di via Palazzo, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato l’assessore comunale al Turismo e decentramento, Paola Mar, il presidente della Commissione consiliare Sport, Matteo Senno, il presidente della Municipalità di Mestre Carpenedo, Vincenzo Conte, i consiglieri di Municipalità Luciano Zennaro e Gabriele Fumai, il presidente dell’Istituzione Boschi e grandi Parchi, Giovanni Caprioglio, il responsabile della polisportiva Bissuola, Cristian De Toni. Dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18.30, tutte le aree del parco saranno letteralmente occupate da giovani sportivi impegnati in numerose discipline per una competizione tra i quartieri storici della città: Piave, Carpenedo, San Lorenzo e Terraglio.

Tutte le discipline

Dal calcio a 5 al tennis, dalla pallavolo alla ginnastica artistica, dal karate al pattinaggio artistico: sfide e divertimento tra i colori della tradizione. E poi ancora, in zona roseto si svolgeranno gare di tiro con l’arco, mentre sul laghetto ci saranno di mattina giochi con barchette telecomandate e di pomeriggio gare di canoa. Non mancheranno partite a scacchi e passeggiate di Nordic walking. “E’ importante che l’associazionismo - ha sottolineato l’assessore Mar nel ringraziare il lavoro di squadra dell’intera macchina organizzativa- si ponga come obiettivo il desiderio di aggregare i giovani in un parco della città facendo praticare sport. Allo stesso tempo è significativo promuovere manifestazioni che consentano di riappropriarsi degli spazi cittadini, che talvolta proprio per la mancanza di frequentazione diventano aree critiche”.

Unanime la riflessione sul valore sociale dell’iniziativa nella consapevolezza che l’unico modo per allontanare i malintenzionati sia quello di vivere i parchi pubblici. “E’ un’ulteriore occasione, molto positiva – ha commentato Conte – per far capire che il parco è di tutti”. L’invito alle associazioni è stato quello di sfruttare quest’area verde della città per promuovere eventi di carattere sportivo, culturale, sociale. “L’amministrazione da tempo ha sostenuto questa filosofiao organizzando iniziative nel corso di tutto l’anno nell’ambito delle Città in festa”, ha ricordato Senno. Nel corso della conferenza stampa è stato inoltre annunciato che nella nuova convenzione per la gestione della piscina del parco Bissuola sarà prevista l’estensione alla gestione del bar ex “Baratto”.

Video popolari

Tutto pronto per il Palio di Mestre 2018: i vecchi quartieri si sfidano a suon di sport VD

VeneziaToday è in caricamento