segreti nel cielo, eresie sulla terra

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

NEXUS EVENTI
presenta
SEGRETI NEL CIELO
ERESIE SULLA TERRA
Hotel Terme Millepini
Montegrotto Terme (PD)
domenica 23 novembre dalle 15:00 alle 19:00

La nostra storia: un lungo cammino che ha condotto sino a noi che vogliamo solcare lo spazio infinito e confrontarci con Dio. Ma le tappe di questo cammino, evoluzionistiche o creazioniste che siano, sono ancora per lo più oscure e le verità canoniche inculcateci spesso scricchiolano sulla strada della verifica razionale e scientifica. Lo stesso Cristianesimo trae origine, significato e identità da matrici sapienziali antichissime, conoscenze ermetiche che illuminano il nostro passato, rinnegate come eretiche ma praticate attraverso una simbologia iniziatica.
In questo convegno i relatori e ricercatori ci accompagneranno nella decifrazione delle conoscenze fondamentali: dalla revisione del valore storico della Bibbia, alla decrittazione della Stella dei Magi e del suo codice astrologico, all'esistenza del Tempio del Sole nel cuore della Città Eterna, al Progetto Evolutivo Umano.

A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi,
si rialza e continua per la sua strada.
Sir Winston Churchill

La verità spesso ci investe e ci travolge, diventa un masso che può assumere le dimensioni di una piramide o, in tempi più recenti, di una basilica romana. Riconoscerla e distinguerla non è cosa facile. Strati e strati di incrostazioni, nozioni rese ufficiali, visioni esclusivamente materialiste, ci inducono a essere scettici verso le teorie alternative, e spesso a ragion veduta, ma l'ansia di dare un senso ai nostri tempi spinge molti ricercatori a ristudiare e reinterpretare il nostro passato. Ne emergono scenari insospettati, tessere di un puzzle che pare frutto di una logica organica, di una volontà progettuale. Gli studiosi presenti esporranno i rispettivi percorsi di ricerca, ci sveleranno alcune delle verità peculiari oggi silenziate, evidenziandone il filo conduttore che le lega.

I RELATORI

PIERO RAGONE - Scrittore, ricercatore storico e scientifico, esperto di esoterismo
IL SEGRETO DELLE ERE
La conoscenza celata oggi era patrimonio della Tradizione ermetica, che Ragone recupera attraverso un viaggio fra le antiche civiltà, i simboli esoterici, l'astronomia. Dalla sua analisi emerge un'Umanità contesa in un'eterna lotta fra forze opposte, realmente esistenti anche se etichettabili come Bene e Male. Una contesa nella quale diviene fonte di salvezza per l'Uomo la figura del Messia, non riconducibile al solo Gesù, ma volutamente presente in ogni era zodiacale. Una lotta dunque che vede protagonista anche il soglio di Pietro, seconda tessera di cui ci parleranno gli autori successivi.

ROBERT BAUVAL - Studioso e saggista specializzato in Storia, Archeoastronomia e Religione Magica Egizia
Sandro ZICARI - Scrittore, ricercatore ed esperto di simbolismo e astroteologia
L'ERESIA VATICANA
La Chiesa che ha condannato Galileo nel 1633 si è consegnata ai posteri con una caratura reazionaria ed oscurantista. E tuttavia solo un centinaio di anni prima Bramante iniziava, nel 1506 la costruzione dalla basilica di San Pietro, vero inno al Rinascimento e ad una visione della vita aperta alle scienze e alle arti. In seno alla Chiesa, da sempre, si sviluppano furibonde ed occulte lotte intestine fra due fazioni, che investono concezioni del mondo e della religiosità diametralmente opposte. La prima, canonica e tetragona di derivazione Paolina e Pietrina. La seconda, non esplicita, erede dell'antica saggezza ermetico-egizia che vede fra i suoi iniziati filosofi quali Bruno e Campanella, la regina Cristina di Svezia, diversi papi e, sottolineiamo non a caso, molti padri gesuiti. A testimonianza delle loro affiliazioni strutturarono il progetto della basilica secondo i canoni architettonici-magici del Tempio del Sole, il massimo principio eretico nella più grande casa della cristianità. Ma è la stessa figura iconica di tutta la Chiesa ad essere coinvolta nella sua natura più autentica. Gesù è figlio culturalmente della stessa tradizione ermetica, come ci rivela il prossimo relatore.

TEODORO BRESCIA - Scrittore, ricercatore e studioso di simbologia sacra. Docente di Antropologia filosofica (Università di Bari) e membro della SIA (Società Italiana Archeostronomia)
IL SEGRETO DEI MAGI
L'antica conoscenza ermetica celata nell'architettura delle opere umane era spesso legata ai misteri dell'ordine celeste. La Chiesa da sempre ha combattuto questa conoscenza, che fu degli egizi ma anche dei Magi definendola eretica...
Dopo 2000 anni, una nuova scoperta sembra svelare il mistero della stella dei Magi: la mappa del cielo sotto cui nacque Gesù è scolpita su un sarcofago paleocristiano ritrovato a Boville. Si scopre che bue, asinello, mangiatoia… sono in realtà nomi antichissimi, e ancor oggi in uso, di elementi astronomici. Ma la mappa rivela anche che i Magi videro disegnarsi in cielo un segno astrologico noto e atteso per l'avvento del Messia: la Stella di Davide; e che, in quella mezzanotte, il segno fu completato in un modo nuovo e diverso da come atteso: l'intervento della famosa "cometa". Fu forse il segno l'origine della lotta tra giudei e cristiani per il riconoscimento di Gesù come Messia?

MAURO BIGLINO - Saggista, cultore di storia delle religioni, specializzato nella traduzione dell'ebraico antico.
La BIBBIA NON È UN LIBRO SACRO
Per essere sacra, cioè, ispirata da Dio, la Bibbia (nella sua originale stesura masoretica) manca di riferimenti divini. In realtà è un testo storico composto essenzialmente da tre parti cronologicamente distinte, l'ultima delle quali è intervenuta draconianamente sui testi precedenti stravolgendola in un'opera fanaticamente monoteista. Il Dio della tradizione ebraica citato ben 7000 volte nei testi risponde al nome di YHWH-(pronunciato Yahweh), ma mostra abitudini del tutto terrene. Mangia, si sporca, è collerico. Yahweh, era uno degli Elohim (i discesi dal cielo) arbitrariamente tradotto con Dio. La parte più antica della Bibbia, la Genesi, risulta essere il rimaneggiamento a posteriori delle tavolette mesopotamiche sull'epica della Creazione di Sumeri, Babilonesi e Assiri. Ma se non erano déi chi erano allora quei signori, che tra il Tigri e l'Eufrate venivano chiamati Anunna/Anunnaki e che gli Ebrei invece definivano Elohim?

I più letti
Torna su
VeneziaToday è in caricamento