Spettacolo sensazionale per il Redentore a Venezia: mostro in Laguna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

E' un mostro marino, che ha scatenato per sei minuti le sue forze, tra spruzzi d'acqua e un cielo di lampi e tuoni in pieno Bacino San Marco proprio poco prima dello spettacolo pirotecnico del Redentore la vera sorpresa dell'edizione 2012 della "Notte famosissima".

 

Con una innovativa ed inedita proiezione tridimensionale di oltre 30 metri in laguna, visibile in tutto il Bacino, il Gruppo Green Power S.p.a, giovane e dinamica azienda veneziana leader nel settore delle energie rinnovabili, in collaborazione con Venezia Marketing & Eventi, entra da protagonista, con la sua ricerca e produzione di nuove tecnologie, all'interno della festa per eccellenza della tradizione veneziana, offendo un antipasto degno dei migliori spettacoli internazionali alle migliaia di persone e di imbarcazioni radunate tra Piazza San Marco, Bacino e isola di San Giorgio.

 

Lo spettacolo proposto da Gruppo Green Power S.p.a. a partire dalle 23.00. consiste nella magica emersione dalle acque della laguna di un gigantesco mostro marino che per sei minuti si scatena in Bacino San Marco sollevando altissimi spruzzi d'acqua sotto un cielo di lampi e di tuoni, mentre il fragore delle saette si mescola ai potenti ruggiti del mitologico drago. L'utilizzo delle tecnologie di proiezione più moderne e l'integrazione con l'uso del laser consentono alle immagini una tridimensionalità reale e innovativa, e la visione, improvvisa e praticamente inaspettata, è in grado di scatenare forti emozioni in tutti quelli che godranno dello spettacolo.

 

L'uscita dalle acque del drago è effettuata con una videoproiezione su uno schermo d'acqua di ampie dimensioni (30 metri x 12) posizionato su una serie di pontoni galleggianti modulari e collegato a una zona tecnica di proiezione, sistema laser e impianto audio, ma l'effetto generale, soprattutto al momento della prima uscita dalle acque e dai ruggiti rivolti al pubblico, risulta di un realismo impressionante.

 

"L'idea del mostro" spiega Luca Ramor, presidente e direttore generale del Gruppo Green Power S.pa., "Riassume due concetti della storia e della tradizione veneziana antica: il mistero che le acque della Serenissima celavano nella loro profondità e la storia di Teodoro di Amansea, il "Todaro" grande guerriero bizantino e protettore della città di Venezia, scolpito in una delle due colonne di Piazza San Marco proprio nell'atto di uccidere un drago, metafora del bene che vince il demonio. Nella nostra idea, non è Todaro ad uccidere il drago uscito dalle acque, ma la nuova tecnologia, da noi rappresentata a scoprirlo, dominarlo ed imprigionarlo".

 

Il Gruppo Green Power S.p.a. ha come missione la ricerca e la produzione di nuove tecnologie legate all'energia rinnovabile rivolte all'avanguardia ed al futuro. "Per questo", conclude il presidente Luca Ramor, "abbiamo voluto organizzare uno spettacolo unico per stupire e nello stesso tempo rappresentare la forza dirompente dell'energia solare. Si deve essere pienamente consapevoli che lo sviluppo delle fonti di energia rinnovabile determina la certezza della salvaguardia dell'ambiente attraverso la produzione di energia pulita".

 

 

 

 

 

 

Torna su
VeneziaToday è in caricamento