rotate-mobile
Eventi Mirano / Via della Vittoria, 75

Teatro di Mirano: in vendita dal 7 dicembre abbonamenti e biglietti della stagione di prosa

Primo appuntamento il 16 dicembre 2021: in scena Elsinor con “Tradimenti”

Elsinor, Amanda Sandrelli, Spellbound Contemporary Ballet, TeatroImmagine, Il Portico Teatro Club, Stivalaccio Teatro e Lella Costa: sono i nomi proposti dalla stagione di prosa 2021-2022 del teatro di Mirano, che da martedì 7 dicembre metterà in vendita gli abbonamenti e i biglietti dei singoli spettacoli. La stagione “La Città a Teatro” è promossa dal Comune di Mirano in collaborazione con La Piccionaia, il circuito Arteven, Regione Veneto, Città metropolitana di Venezia, ministero della Cultura, commissione pari opportunità del Comune di Mirano.

I nuovi abbonamenti saranno acquistabili dal 7 al 16 dicembre, on line su www.miranoteatro.it con diritto di prevendita, in biglietteria il martedì dalle 16 alle 17.30, giovedì dalle 12 alle 14. Il costo dell’abbonamento per i sei appuntamenti di prosa è di 85 euro l’intero, 75 euro il ridotto.

I biglietti dei singoli spettacoli saranno acquistabili a partire dal 7 dicembre, on line su www.miranoteatro.it con diritto di prevendita, in biglietteria il martedì dalle 16 alle 17.30, giovedì dalle 12 alle 14; le sere di spettacolo, a partire dalle ore 20. Il costo è 18 euro intero, 15 ridotto, 10 euro studente, 8 euro studenti in gruppo. Per le persone con disabilità anche l’accompagnatore avrà diritto al biglietto ridotto; si consiglia la prenotazione del posto.

Il programma

Elsinor, il 16 dicembre, mette in scena “Tradimenti”: scritto dal Nobel Harold Pinter, racconta la storia di una relazione extraconiugale ripercorsa però a ritroso, dalla sua fine fino ai suoi esordi.

Il 16 gennaio Amanda Sandrelli presenta “Lisistrata”: una Lisistrata che scuote la testa sconsolata di fronte alle tragedie, alle miserie, ai disastri provocati da stupidità, arroganza, vanità, superficialità.

Spellbound Contemporary Ballet in “Vivaldiana” giovedì 10 febbraio rielabora in danza l’architettura musicale delle opere di Antonio Vivaldi, insuperabile fonte di ispirazione.

Il 17 febbraio TeatroImmagine propone il “Mercante di Venezia” shakespeariano, che si avvale delle maschere della tradizione italiana per narrare, divertendo, la menzogna e la perversione dei rapporti basati solo sul danaro.

Il 24 febbraio, fuori abbonamento, Il Portico Teatro Club presenta “L’Avaro” di Goldoni: un vecchio avaro più afflitto dalla propria situazione economica che dalla ancor recente morte del figlio, è terrorizzato dalle folli spese della nuora.

Stivalaccio Teatro presenta il 3 marzo “Don Chisciotte – Tragicommedia dell’arte”: due attori salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie al pubblico.

Chiude il cartellone Lella Costa il 17 marzo con “Se non posso ballare…. Non è la mia rivoluzione”: il racconto di donne valorose che seppure hanno segnato la storia, per uno strano sortilegio raramente vengono ricordate, con difficoltà appaiono nei libri di storia e tanto meno sono riconosciute come maestre e pioniere.’accesso agli spazi avverrà ai sensi delle vigenti misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. È preferibile il Green Pass digitale rispetto al cartaceo, perché consente una lettura più veloce. Per agevolare le procedure di ingresso il pubblico è invitato a presentarsi a teatro con almeno mezz’ora di anticipo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro di Mirano: in vendita dal 7 dicembre abbonamenti e biglietti della stagione di prosa

VeneziaToday è in caricamento