Lunedì, 2 Agosto 2021
Eventi

Il teatro per bambini e famiglie torna sotto casa

La rassegna ideata da Comune di Venezia e Teatro Stabile del Veneto torna dal 21 giugno in parchi, ville e piazze

Sottocasa (edizione del 2020)

Dopo un lungo inverno passato in casa, lo spettacolo dal vivo, oggi più che mai, per rimanere vitale ha bisogno di incontrare la gente e di creare comunità, riattivando anche le zone periferiche solitamente escluse dai principali circuiti culturali ed artistici. Per questo la collaborazione tra lo Stabile del Veneto e l'amministrazione comunale si rinnova per il terzo anno consecutivo portando a Chirignago, Mestre, Campalto, Pellestrina, Burano, Giudecca, Gazzera e Favaro Veneto tre spettacoli pensati per i bambini e le loro famiglie che trascorreranno 12 serate estive in compagnia dei personaggi delle fiabe, burattini e clown. Gli spettacoli sono a ingresso libero (Info www.teatrostabileveneto.it).

Sottocasa, calendario degli spettacoli

La rassegna, promossa nell’ambito del progetto “Estate 2021. Musica, teatro, sport e cinema tra terra e laguna” proporrà al pubblico tre titoli: "Racconti animati" di e con Susi Danesin che aprirà il cartellone a Chirignago il 21 giugno (ore 18) al Parco Rodari per proseguire poi il 28 giugno a Burano, l’8 luglio alla Giudecca e il 13 luglio a Campalto; "Burattini al parco" di e con Lucia Schierano il 23 e il 30 giugno sarà a Mestre, rispettivamente a Parco Piraghetto e al P.le di Madonna Pellegrina, poi a Chirignago il 6 luglio, il 7 settembre a Villa Querini a Mestre e l’8 settembre a Pellestrina; "Fili-Lis-Siamo con Susi Danesin e Isabella Moro il 5 luglio a Mestre, il 6 settembre a Gazzera e il 9 a Favaro Veneto.

Il progetto “Sottocasa. Teatro nelle Città”, permette di trasformare qualsiasi spazio in un teatro, di aprire alla comunità luoghi ovunque collocati per accogliere cultura e socialità, di scoprire squarci insoliti della città capaci di ospitare un pubblico multigenerazionale, dai bambini agli anziani e soprattutto di recuperare la tradizione orale veneta del “Filò”, rintracciando la memoria di un’epoca in cui era essenziale vivere esperienze di condivisione. «Una collaborazione ormai collaudata tra Comune e Teatro Stabile voluta sin dall’inizio dal sindaco Luigi Brugnaro, che mira a coinvolgere i nostri bambini in eventi culturali e li rende protagonisti della vita della città - commenta l'assessore alla Promozione del territorio Paola Mar - nella consapevolezza che crescendo continueranno ad essere fruitori delle nostre biblioteche e dei nostri teatri».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il teatro per bambini e famiglie torna sotto casa

VeneziaToday è in caricamento