Lunedì, 17 Maggio 2021
Teatro

Toniolo, presentata la stagione sinfonica e da camera: "Teatro come luogo di scambio"

La conferenza di presentazione giovedì mattina, alla presenza della presidente della commissione consiliare cultura Giorgia Pea. Direttore dell'intera stagione Mario Brunello

Presentato giovedì mattina l'edizione 2017-2018 della stagione di musica sinfonica e da camera al Teatro Toniolo, organizzata dal settore cultura del Comune di Venezia in collaborazione con l'associazione Amici della Musica di Mestre. Alla conferenza stampa sono intervenuti, tra gli altri, la presidente della Commissione consiliare Cultura, Giorgia Pea, il dirigente del settore cultura, Michele Casarin, il direttore artistico della stagione, Mario Brunello, il presidente Amici della Musica di Mestre, Alessandro Bonesso.

TEATRO COME LUOGO DI INCONTRO E DI SCAMBIO

"Nell’intento dell’amministrazione il Toniolo sarà sempre di più la casa dei cittadini - ha esordito Pea - un luogo accogliente di incontro e di scambio culturale. Ma la cultura non si fa solo nei teatri: il nostro obiettivo è quello di offrire numerose occasioni di fruizione anche all’esterno, disseminate in tanti spazi cittadini e che siano attrattive anche per il pubblico più giovane, di bambini e ragazzi". In quest’ottica ci saranno due particolarità della stagione: il primo ottobre fuori dal Teatro, nella piazzetta dell’ex cinema all’aperto del Toniolo, il violoncello di Mario Brunello e il pianoforte di Massimo Somenzi eseguiranno le musiche composte da Charlie Chaplin per i suoi capolavori, con immagini e video che saranno proiettate sul grande schermo. Per quanto riguarda invece la musica che abbraccia e accompagna i giovani, il 7 ottobre si esibirà il Coro Manos Blancas del Friuli, bambini e adolescenti portatori di handicap, che si esprimono “cantando” con il movimento delle mani.

"DIFFONDERE LA CULTURA DEL TEATRO"

La presidente Pea ha invitato gli abbonati e gli affezionati spettatori del Toniolo a veicolare il più possibile con il passaparola i contenuti della nuova stagione, anche, ad esempio, sfruttando la possibilità del doppio concerto del 14 ottobre dell’Orchestra Senzaspine: la Quinta di Beethoven sarà presentata in due esecuzioni successive, una alle 20.30 e l’altra alle 21.45, ma in due varianti interpretative. Si potrà ascoltare la sinfonia due volte o "regalare" il posto a qualcuno, in una sorta di "caffè sospeso" napoletano. Il programma completo e tutte le informazioni su biglietti e abbonamenti si possono consultare su www.culturavenezia.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toniolo, presentata la stagione sinfonica e da camera: "Teatro come luogo di scambio"

VeneziaToday è in caricamento