menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I tagli non frenano il Toniolo, al via le nuove stagioni di prosa e danza

Un'offerta diversificata che nonostante la scure dell'amministrazione propone anche per quest'anno spettacoli da non perdere, a prezzo ridotto fino ai 30 anni

La stagione 2014-2015 di prosa “Io sono teatro” e la rassegna internazionale di danza d'autore “Verso l'universo” del Teatro Toniolo di Mestre sono state presentate giovedì mattina nel foyer del teatro, con una conferenza stampa, alla quale sono intervenuti, tra gli altri, il sub-commissario prefettizio Sergio Pomponio, il direttore delle Attività culturali, Roberto Ellero, la dirigente del Settore produzioni culturali e spettacolo, Angela Fiorella, nonché Pier Giacomo Cirella e Patrizia Baggio di Arteven.

Le stagioni, organizzate dal Comune di Venezia, direzione Attività culturali, in collaborazione con il circuito teatrale regionale Arteven, inizieranno rispettivamente il 5 novembre con Giuseppe Battiston in “Falstaff” e il 19 dicembre con Adrian Aragon e Enrica Boaglio in “Mitico tango”, mentre la campagna abbonamenti prenderà il via il 9 settembre. Soddisfazione è stata espressa dalla dirigente Fiorella, sottolineando come si sia riusciti a realizzare una stagione all'altezza di quella precedente (coincisa con i festeggiamenti per il centenario del Toniolo), nonostante un budget più limitato rispetto allo scorso anno. “Punto di forza della programmazione – ha precisato Fiorella – è la varietà delle proposte pensate appositamente per il nostro pubblico, che ha la caratteristica di essere molto diversificato e variegato per età e per interessi e quindi anche molto esigente”.

Sono una sessantina gli appuntamenti tra prosa e danza, che avranno come protagonisti grandi nomi del teatro italiano come Giuseppe Battiston, Giorgio Albertazzi, Silvio Orlando, Claudio Bisio e compagnie di danza di fama internazionale, come il Royal Ballet of Moscow che, anche quest'anno, sarà protagonista della notte di capodanno. Inoltre, sempre per le festività natalizie, i teatri Toniolo e Momo, proporranno “Teatro sotto le feste”, ovvero cinque appuntamenti dedicati soprattutto alle famiglie e ai bambini. Tra questi non mancherà, come da tradizione, la commedia musicale con “Aggiungi un posto a tavola” dal 26 al 28 dicembre. Viene riproposta infine anche l'operetta, grazie al Teatro Musica Novecento, che metterà in scena “La principessa della Czarda” il 15 febbraio.

“Il Toniolo riveste un ruolo importante per Mestre – ha precisato il sub-commissario Pomponio – perché rappresenta il baricentro della vita culturale cittadina. Così come avevano già fatto le precedenti amministrazioni anche l'attuale gestione commissariale ha dovuto proseguire lungo il trend, già iniziato, della riduzione dei fondi da destinare al settore culturale, anche confidando in una collaborazione da parte dei privati, che potrebbero affiancare il Comune e contribuire all'investimento in questo ambito”. Il sub-commissario Pomponio ha inoltre espresso la necessità, sempre con l'aiuto di soggetti privati, di creare un coordinamento tra le tante iniziative e manifestazioni che si svolgono soprattutto a Venezia, per evitare così sovrapposizioni.

Una novità per gli spettatori del Toniolo è la possibilità di ottenere biglietti e abbonamenti a prezzo ridotto fino a 30 anni di età (prima il limite era fissato a 26). Sarà inoltre soppresso il turno pomeridiano degli spettacoli in cartellone, ma i vecchi abbonati del cosiddetto “turno P”, avranno due giornate a loro dedicate – 30 settembre e 1 ottobre – per scegliere un nuovo turno. Il programma completo e tutte le informazioni su biglietti e abbonamenti si possono consultare sul sito internet del teatro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento