menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandro Bergonzoni

Alessandro Bergonzoni

Al via la nuova stagione comica del Toniolo: si parte con Max Giusti, chiude Gioele Dix

Primo appuntamento con la rassegna "leggera" del teatro mestrino il 18 novembre, ultimo spettacolo il 4 maggio 2018. Un cartellone ricco di nomi di spicco di teatro e cabaret

Da Max Giusti a Teresa Mannino, da Goele Dix ad Alessandro Bergonzoni, da Carlo & Giorgio a Maurizio Battista: è davvero ricco di proposte e di grandi nomi il cartellone di "Io Sono Comico 2017/2018", la rassegna di teatro leggero proposta dal Teatro Toniolo di Mestre, di cui si apre nei prossimi giorni la campagna abbonamenti.

Calendario ricco di "pezzi da 90"

Il calendario della rassegna propone nove appuntamenti. Il primo è fissato per il 18 novembre, con Max Giusti ed il suo “Cattivissimo Max”, spettacolo di irresistibile satira sociale su temi e personaggi di stretta attualità. L'8 e il 9 dicembre con “Cavalli di razza e vari puledri” Maurizio Battista ci riporta agli esordi della sua carriera, in una carrellata di "cavalli di battaglia" pronti anche oggi a far divertire. Il 3 febbraio è la volta di Giovanni Vernia, che in “Sotto il vestito” mette letteralmente a nudo, fra gag e buona musica, i retroscena umani e personalissimi della sua avventura di attore comico.

Il 15 febbraio vanno in scena l'estro e l'ironia della Rimbamband, ensemble di cinque musicisti in perenne disaccordo armonico tra loro, qui alle prese con il cinema e la sua magia in “Note da Oscar”; il 2 e 3 marzo, gli inossidabili Carlo e Giorgio diretti da Paul Kargyokris esplorano a loro modo, e con surreale aderenza scenica, il ritmo frenetico della vita quotidiana in “Temporary show. Lo spettacolo più breve del mondo”; il 27 e 28 marzo, la sicilianissima Teresa Mannino in “Sento la Terra girare” continua il suo spassoso viaggio nella sua terra d'origine, fra i tesori di una memoria personale e collettiva.

Il 14 aprile tocca a Antonio Ornano condurci fra i paradossi e le sfasature umane di “Horny”, vero e proprio inno all'incompiutezza emotiva e sentimentale del maschio "adulto" in una società che ci vorrebbe sempre infallibili e di successo; il 20 e 21 aprile torna al Toniolo un vero gigante contemporaneo del nonsense e calembour linguistico, Alessandro Bergonzoni, in un nuovo spettacolo tutto da scoprire; il 4 maggio, la stagione si chiude col botto col nuovo spettacolo di Gioele Dix “Vorrei essere figlio di un uomo felice”, monologo personale e spiazzante attorno all’idea della paternità, dietro la bussola simbolica di un’Odissea che tocca lungo il percorso autori molto amati e illuminanti legami con la storia personale e familiare dell’attore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento