Thanks for Vaselina al Teatro Aurora di Marghera

  • Dove
    Teatro Aurora Marghera
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 09/02/2014 al 09/02/2014
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Una storia di esseri umani sconfitti e abbattuti, tra marijuana, spaccio, dinamiche internazionali e intimamente domestiche. "Dedicato ai familiari delle vittime e alle vittime dei familiari".

"Gli Stati Uniti d’America, con il sostegno dei paesi alleati, hanno deciso di bombardare il Messico, distruggendo tutte le piantagioni di droga e classificando le numerose vittime come “effetti collaterali”, con il pretesto di “esportare” la propria democrazia. Fil, cinico-disilluso, e Charlie, determinato animalista e difensore dei diritti civili, entrambi trentenni e con un futuro incerto, coltivano nel loro appartamento grossi quantitativi di marijuana e, con due opposte motivazioni, decidono di tentare il colpo della propria vita: invertire il normale andamento del mercato della marijuana esportandola dall’Italia al Messico". 

Inizia così "THANKS FOR VASELINA", lo spettacolo firmato da Carrozzeria Orfeo in scena domenica 9 febbraio all'interno della Stagione di Teatro Contemporaneo del Teatro Aurora di Marghera. Il lavoro, scritto da Gabriele Di Luca - vincitore del premio SIAE alla Creatività 2013 come migliore autore teatrale - si è aggiudicato il premio Last Seen 2013 indetto dal portale Klp Teatro: dopo Babilonia Teatri e Ricci/Forte, "Thanks for Vaselina" di Carrozzeria Orfeo si è imposto come spettacolo più amato (tra i dieci messi in lizza dai redattori di Klp, che lo hanno definito "spettacolo pop") della stagione 2013.

Diretto da Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti e Alessandro Tedeschi, in scena insieme a Beatrice Schiros e Francesca Turrini, “Thanks for Vaselina”, sottotitolato "Dedicato ai familiari delle vittime e alle vittime dei familiari", è la storia di esseri umani sconfitti e abbattuti. 
In un esistenzialismo da taverna dove ogni desiderio è fallimento, lo spettacolo, una coproduzione Carrozzeria Orfeo e Fondazione Pontedera Teatro, in collaborazione con La Corte Ospitale, Festival Internazionale Castel dei Mondi di Andria, racconta la storia di esseri umani sconfitti, lasciati in un angolo dal mondo che prima li ha illusi, sfruttati e poi tragicamente derisi. In una continua escursione fra realtà e assurdo, fra sublime e banale, genitori disperati e figli senza futuro combattono nell' "istante" che gli è concesso per la propria sopravvivenza, vittime e carnefici della lotta senza tempo per il potere e l'amore. Tasselli di una catena alimentare, di una selezione naturale che non avrà mai fine, fino all'ultima bomba, fino all'ultimo uomo.
Ai due spacciatori si aggiungeranno Wanda, una trentenne obesa, insicura e membra di un fallimentare corso di autostima, e Lucia, madre di Fil, una cinquantenne frustrata appena uscita da una clinica per disintossicarsi dal vizio che la perseguita. Tutto si complica, però, quando dopo quindici anni di assenza, torna a casa il padre di Fil ed ex marito di Lucia, svelando a tutti il suo pericoloso segreto.

I biglietti (12 euro intero, 10 ridotto) sono in vendita al Teatro Aurora  il  mercoledì e il giovedì in orario 10-13 e 15-17 e la sera di spettacolo a partire dalle 18. Prenotazioni telefoniche e via mail sempre attive: 041.932421 o info@questanave.com. Biglietti GIOVANI A TEATRO a 2,50 euro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • La festa della Sensa 2021 a Venezia: il programma

    • Gratis
    • 16 maggio 2021
    • Chiesa San Nicolò
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Venezia

    • dal 6 al 31 maggio 2021
    • Venezia
  • Concerto in onore di Giovanni Morelli a dieci anni dalla scomparsa

    • Gratis
    • 14 maggio 2021
    • Auditorium Santa Margherita (streaming online)
  • Ultimo recupera il concerto a Bibione nel 2021

    • 4 giugno 2021
    • Stadio comunale di Bibione
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento