Domenica, 17 Ottobre 2021
Teatro

Turandot al Goldoni: il nuovo adattamento della fiaba di Carlo Gozzi

Giovedì 14 ottobre, alle ore 20.30, con il debutto in prima nazionale del nuovo allestimento diretto da Pier Luigi Pizzi

Parte il conto alla rovescia per la prima alzata di sipario della nuova stagione del Teatro Goldoni di Venezia: giovedì 14 ottobre, alle ore 20.30, con il debutto in prima nazionale del nuovo allestimento diretto da Pier Luigi Pizzi della Turandot di Carlo Gozzi, il Teatro Stabie del Veneto inaugura la stagione teatrale veneziana. Un’inaugurazione che segna l’avvio di un nuovo corso con il direttore artistico Giorgio Ferrara, ma anche di un momento di svolta con il ritorno alla capienza al 100%. A dare il via agli appuntamenti del cartellone veneziano è, dunque, il più recente lavoro di Pizzi, un originale adattamento della commedia di Gozzi prodotto dallo Stabile del Veneto con il contributo della Regione Veneto in occasione delle celebrazioni dei 1600 anni della Città di Venezia.

La stravagante fiaba scritta da Gozzi nel 1762, e che più tardi ispirò la celebre opera di Puccini, oggi viene proposta da Pizzi in un nuovo agile adattamento di un solo atto. «Gozzi all’epoca si trovava al centro di una polemica sul teatro in cui sosteneva l’improvvisazione creativa propria della Commedia dell’Arte contro la concretezza goldoniana – dichiara Pizzi nelle sue note di regia –. So che, per quanto dichiaratamente fiaba, e nonostante il lieto fine, si tratta di un vero dramma. So che devo trovare un’atmosfera tenebrosa per questa vicenda inquietante. So che la gestualità dovrà assecondare il senso di instabilità ansiosa che abita la protagonista. So che, così com’è scritta, in versi e nel dialetto veneto, la commedia può risultare di non facile comprensione al moderno spettatore, per cui propongo una versione alleggerita e senza pause fra un atto e l'altro. So soprattutto che, per antica esperienza, tutto nasce sulla scena, momento per momento. Continuo a credere nella magia del teatro».

Sul palco la principessa Turandot, l’imperatore Altoum, il principe Calaf, la schiava Adelma e gli altri personaggi della fiaba ambientata a Pechino sono interpretati da tredici giovani attori per la maggior parte formatisi all’accademia teatrale Carlo Goldoni e sapientemente diretti dal noto regista, scenografo e costumista. Dopo il debutto veneziano dove resterà in scena fino al 17 ottobre, lo spettacolo si sposterà al Teatro Verdi di Padova dal 20 al 24 ottobre e al Teatro Mario Del Monaco di Treviso dal 29 al 31 ottobre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turandot al Goldoni: il nuovo adattamento della fiaba di Carlo Gozzi

VeneziaToday è in caricamento