menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna a Venezia il teatro all'aperto Presentato "Venice Open Stage"

Il Festival internazionale del teatro delle università e delle accademie di recitazione è organizzato da Iuav e Comune. Si parte il 27 giugno

Torna a Venezia il teatro all’aperto. Lunedì nella sala di Ca’ Tron a Santa Croce 1957 è stata presentata ufficialmente la terza edizione di "Venice Open Stage - Festival internazionale del  teatro delle università e delle accademie di recitazione”, organizzato dall’Università Iuav di Venezia in collaborazione col Comune di Venezia. L’evento, che dal 27 giugno al 9 luglio animerà le serate nell’area del  Campazzo San Sebastiano a Venezia, è promosso dal corso di laurea in Scienze e Tecniche del Teatro Iuav e organizzato dall’Associazione Cantieri Teatrali Veneziani, in collaborazione con il Senato degli Studenti Iuav.

Tredici serate di teatro sotto le stelle, a partire dalle 21.30, con ingresso gratuito, che vedranno alternarsi sul palco spettacoli provenienti dai corsi di teatro dello Iuav e da alcune tra le più importanti scuole di recitazione internazionali: Roma, Milano, Venezia, Portogallo, Svizzera, Grecia, Iran, Malesia. Un programma eccellente che tocca due continenti e riesce a proporre con estrema naturalezza generi teatrali molto diversi tra loro. Il festival si rivolge a un pubblico variegato, composto da affezionati, studenti, docenti, abitanti del quartiere di Santa Marta e di Venezia, turisti ed esperti del settore.  

Partito nel 2013 come progetto del settore teatro dell’Università Iuav di Venezia, il Venice Open Stage si è subito caratterizzato come importante centro di scambio culturale tra studenti che hanno deciso di fare del teatro il loro mestiere e si sta progressivamente affermando a livello mondiale, oltre ad essere, oggi, l’unico evento teatrale all’aperto durante l’estate veneziana. In due anni di attività, il festival ha visto circa 300 giovani attori misurarsi in spettacoli a cui hanno assistito gratuitamente circa 4.500 spettatori. Sono invece più di 40 gli studenti che hanno partecipato come organizzatori e tecnici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento