Torna il teatro all'aperto di Venice open stage: 13 spettacoli serali in campo

Il festival si farà, ed è una bella notizia: l'ottava edizione (campazzo San Sebastiano, 21 luglio - 2 agosto) ha anche un grande valore simbolico, visto lo stop forzato di tutto il settore degli eventi

Torna Venice open stage, edizione 2020: si intitola "Otto Venti", è organizzato da Cantieri Teatrali Veneziani in collaborazione con il Comune di Venezia e si svolgerà dal 21 luglio al 2 agosto in campazzo San Sebastiano, ospitando tre spettacoli OFF e dieci di compagnie professioniste provenienti dal territorio. Con passione e caparbietà i promotori sono riusciti a organizzare il festival che porta il teatro in campo, tredici serate gratuite e fruibili in sicurezza, nonostante le difficoltà e il lungo periodo di stop agli eventi.

"Otto Venti" perché otto sono le edizioni di Venice open stage e otto sono i venti presenti sulla rosa: il vento, che trascende i confini, quest'anno ha anche il compito di soffiare via un periodo da dimenticare per tutti i settori, in particolar modo per quello degli eventi dal vivo, con tutti i lavoratori e lavoratrici che contribuiscono alla loro realizzazione.

Il Comune di Venezia ha ritenuto importante co-organizzare il festival che, anno dopo anno, aumenta il suo valore per la città, per i suoi abitanti, per gli studenti e per chi decide di visitarla con cura. L’ottava edizione non ospiterà accademie e università internazionali che, per ovvi motivi, non hanno potuto lavorare adeguatamente con allievi attrici e attori, ma vedrà sul palco, oltre alle tre compagnie OFF selezionate tramite bando, formazioni professioniste provenienti dal territorio.

«L’obiettivo - dice l'organizzazione - è da un lato dare la possibilità di calcare nuovamente la scena ad artisti, artigiani e tecnici coinvolti, dall’altro riportare in campazzo San Sebastiano la meraviglia del teatro all’aperto». La squadra organizzativa in questi giorni sta lavorando insieme alle studentesse del corso di scenografia e scenotecnica dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, curato dal professor Nicola Bruschi, per recuperare il tempo perduto e allestire in campo una struttura rinnovata e organizzata in base alle normative sanitarie.

Servirà ancora qualche giorno per il cartellone definitivo, in via di assestamento dopo il via libera all’evento. In programma c'è anche una parentesi sull’isola di Sant’Erasmo, in agosto, curata da Cantieri Teatrali Veneziani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento