menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viviana Manganaro alla Biennale per gridare "Help!": l'arte a servizio dell'ambiente

L'opera vuole far riflettere sulla drammaticità della situazione in cui versa il pianeta, parla l'artista: "La Terra sta bruciando, ho voluto portare un'immagine potente"

La pittrice riminese Viviana Manganaro, a pochi giorni dalla partecipazione alla biennale di Milano, approda alla biennale di Venezia, con un'opera destinata a risvegliare le coscienze e a far riflettere sull'immediata necessità di riconoscere che il nostro pianeta ha urgente bisogno di aiuto. 

L'artista autodidatta, impegnata da tempo nella difesa dell'ambiente, commenta così la sua partecipazione a questo importante evento:

"La Terra sta gridando, e troppi di noi pretendono di non sentire il suo disperato appello... La Terra sta bruciando, troppi di noi invece di correre ai ripari, come sarebbe logico e sensato, si voltano dall'altra parte, come se fingere che una grave malattia non esiste potesse servire da cura. In quest'epoca in cui si parla tanto, troppo, e in cui siamo  drogati di stimoli visivi, ho voluto portare un'immagine potente, persino inquietante, in un luogo in cui potesse essere vista, dove i riflettori le dessero la possibilità di parlare a più persone possibili. 

Basta numeri. li abbiamo sentiti e li conosciamo i dati sull'aumento delle temperature globali, dello scioglimento dei ghiacci, degli incendi, dei fenomeni atmosferici estremi, delle migrazioni climatiche, della desertificazione di certe zone del globo e dell'inondazione di altre. Li conosciamo gli effetti sull'habitat di migliaia di specie animali e della nostra, ma preferiamo tapparci occhi e orecchie e riempirci la testa di allegre canzonette e di vuoti passatempi, convinti che si tratti solo di un piccolo inconveniente momentaneo che passerà da solo o che, comunque, qualcun altro dovrà pensare a eliminare. Ora alla biennale di Venezia arriva la Terra, che con il suo grido straziante, "HELP!" ci implora di darle una mano.  

Spero che ricordando il suo volto trasfigurato dal dolore, avvolto dal fuoco e sconvolto da furiose tempeste, questo pensiero riaffiori di tanto in tanto, e rimanga a rammentarci che non esiste un planet B, e che è ORA il momento di rimboccarci le maniche e rimediare ai nostri errori. Le soluzioni sono tutte davanti a noi, a portata di mano, serve solo la volontà di metterle in atto."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento