Scuola

Iscrizione alla scuola superiore: come scegliere quella giusta

Per aiutare i ragazzi nella scelta il MIUR mette a disposizione "Scuola in Chiaro", dove sono rintracciabili tutte le scuole del proprio territorio

Dal 4 di gennaio si aprono le iscrizioni per la scuola secondaria di secondo grado. Si tratta di un passo molto importante per i ragazzi che dovranno iniziare a dare un orientamento specifico al proprio futuro. Prima di effettuare una scelta, dunque, bisogna innanzitutto avere le idee chiare sul programma formativo per tutto il ciclo di istruzione superiore, oltre, ovviamente, a cercare di individuare le inclinazioni personali del singolo ragazzo e indirizzarle verso la scuola che può permettergli di esprimerle al meglio. Sono due i percorsi di istruzione secondaria tra cui scegliere: 

  • scuola secondaria di secondo grado, di durata quinquennale. Appartengono a questo percorso i licei, gli istituti tecnici e gli istituti professionali
  • percorsi triennali e quadriennali di istruzione e formazione professionale (IeFP) di competenza regionale

Una volta chiare le possibilità di scelta ecco una guida sulle scuole tra cui scegliere con annessi i loro percorsi formativi. La cosa più importante, però, è che la scelta finale sia sempre dei ragazzi. 

Licei: sei percorsi, otto indirizzi

I licei offrono un’ampia formazione culturale e insegnano un valido metodo di studio, cosa che li rende particolarmente adatti a chi intende proseguire gli studi all’università.

Istituti tecnici: due settori, undici percorsi formativi

Gli Istituti tecnici offrono una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico. Allo stesso tempo rilasciano competenze che permettono anche un immediato inserimento nel mondo del lavoro.
Con questo tipo di diploma è possibile comunque proseguire gli studi all’università, soprattutto scientifici tecnologici ed economici, o specializzarsi presso gli Istituti tecnici superiori. Sono undici gli indirizzi di studio previsti e si articolano in due settori: il settore economico e quello tecnologico. Sono indirizzi pensati anche per l’occupabilità: il mondo del lavoro cerca, infatti, tecnici specializzati e in Italia non ce ne sono a sufficienza.

Istituti professionali: 11 percorsi formativi

Gli istituti professionali preparano ad arti, mestieri e professioni strategici per l’economia del Paese. Gli undici indirizzi di studio sono orientati ai settori produttivi più importanti del Made in Italy. I percorsi e i profili di uscita sono pensati per una diretta riconoscibilità e spendibilità nel mercato del lavoro

Come scegliere l'Istituto giusto

Per individuare la scuola che meglio risponde alle proprie esigenze, il MIUR ha messo a disposizione Scuola in Chiaro, la piattaforma del Ministero che fornisce schede informative sulle scuole di ogni ordine e grado e consente di mettere a confronto gli istituti e le offerte formative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iscrizione alla scuola superiore: come scegliere quella giusta

VeneziaToday è in caricamento