Università

Iuav, l'85% dei laureati ha un lavoro a un anno dal titolo magistrale

Rapporto Almalaurea 2024, la percentuale per l'università veneziana è superiore alla media nazionale. Partono le preiscrizioni ai corsi dell'anno 2024-25

Dei 1.138 laureati Iuav coinvolti dal rapporto Almalaurea 2024, che analizza a livello nazionale la condizione occupazionale post universitaria, l’85,2% valuta con soddisfazione l’esperienza nell'ateneo: il dato include indicatori come il rapporto con i docenti, la valutazione del carico di studio, l’adeguatezza delle aule. Il tasso di occupazione dei laureati magistrali Iuav è superiore alle medie nazionali e regionali: a un anno dal conseguimento del titolo, risulta occupato l'84,5% di loro (media regionale 79%, media nazionale 75,7%).

Lo studio, che analizza in totale 78 università, valutando il profilo e la condizione occupazionale dei laureati italiani, è stato presentato il 13 giugno. Il rapporto fotografa le performance formative di circa 300mila laureati nel 2023 per quanto riguarda il profilo formativo, mentre per il dato occupazionale prende in considerazione circa 660mila laureati di primo e secondo livello del 2022, 2020 e 2018, contattati rispettivamente a uno, tre e cinque anni dal conseguimento del titolo.

Per quanto riguarda Iuav, si confermano molto positivi anche i dati dei tirocini curriculari, che agevolano l’inserimento nel mondo del lavoro: la possibilità di fare un'esperienza in azienda durante gli studi è considerato un punto di forza. In media, il 91,9% dei laureati Iuav ha svolto un tirocinio curriculare (70,3% la media regionale), considerato che gli studenti e le studentesse hanno la possibilità di rivolgersi a oltre 8mila realtà accreditate.

È positiva anche la percezione dell’efficacia del titolo di studio nel mondo delle professioni: il dato considera la richiesta della laurea per l’esercizio del lavoro svolto e l’utilizzo, nel lavoro, delle competenze apprese all’università, che a un anno della laurea, per i laureati Iuav è del 73,9% (65% la media regionale).

Proprio in questi giorni sono aperte le preiscrizioni ai corsi di laurea triennali e magistrali dell’ateneo. Tra le novità 2024-2025 un corso di laurea a ciclo unico in architettura “conservazione proattiva del patrimonio nelle aree a rischio”, due corsi magistrali in inglese in ingegneria per le energie rinnovabili in ambienti costieri (engineering for renewable energy in coastal environment), in mobilità sostenibile e connessioni intelligenti in ambienti marini e costieri (sustainable transportation and smart maritime mobility), uno magistrale in moda e il nuovo percorso in inglese science and design for maritime spatial planning del corso magistrale in urbanistica e pianificazione del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iuav, l'85% dei laureati ha un lavoro a un anno dal titolo magistrale
VeneziaToday è in caricamento