menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da Facebook

Foto da Facebook

Gli alberi del Lido possono respirare, verranno tagliati solo quelli malati

Il commissario Zappalorto lunedì ha indicato a Insula, dopo le proteste dei cittadini, di salvaguardare il paesaggio originario in Gran Viale

Sono circa 150 su 200 gli alberi sani che non saranno interessati dal progetto relativo alle opere di urbanizzazione da realizzare nel Gran Viale Santa Maria Elisabetta, al Lido di Venezia. Lunedì, infatti, il commissario straordinario del Comune, Vittorio Zappalorto, raccogliendo le preoccupazioni di numerosi cittadini e associazioni, ha esaminato la questione e ha dato indicazioni a Insula di salvaguardare tutte le piante presenti nell'area che non siano morte o che non presentino alterazioni o patologie tali da rappresentare un pericolo per la pubblica incolumità, sulla base di una indagine eseguita da tecnici specializzati e validata dal Corpo forestale dello Stato.

Alle 150 piante in salute si aggiungono, a una prima analisi, una ventina di alberi rinsecchiti che dovranno essere abbattuti. "Circa trenta sono invece quelli che saranno oggetto di approfondita verifica per accertare il reale stato di salute (piante con cavità interne o con patologie tali da comprometterne la stabilità) ed escludere quindi eventuali pericoli alla pubblica incolumità", dichiara il Comune. Insula avrebbe assicurato a Zappalorto invece che le piante che dovranno essere abbattute saranno sostituite con altre, con lo scopo di mantenere salvaguardato il paesaggio originario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento