menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Idrovia Padova - Mare, il progetto al vaglio della Giunta regionale

Tremila firme di cittadini si uniscono alle voci di Legambiente e dei comitati locali per chiedere l'avvio dell'opera che sgraverà Brenta e Bacchiglione

Maurizio Conte, assessore all’Ambiente della Giunta Zaia, si è dimostrato disponibile ad accogliere le istanze presentate in mattinata da Legambiente Veneto, Comitato Brenta Sicuro e Comitato per la Salvaguardia Idraulica di Selvazzano, circa l’effettiva realizzazione dell’idrovia Padova – Mare. ?L’opera, polivalente sotto il profilo strategico, permette non solo il rilancio dell’interporto di Padova, il quale verrebbe direttamente stimolato dai traffici merci su acqua, ma può svolgere anche la funzione di canale scolmatore in caso di piena dei fiumi Brenta e Bacchiglione, contribuendo concretamente a ridurre il rischio idraulico nel padovano e nel veneziano. È con queste premesse che attorno all’iniziativa si sono raccolti, oltre ai sindaci dei Comuni coinvolti e agli esponenti politici interessati, molti cittadini i quali hanno espresso la propria volontà tramite una raccolta di circa tremila firme consegnate opportunamente all’assessore Conte.

IL PROGETTO - Le promesse verbali di Conte, tuttavia, non sono state esaustive circa la portata dell’idrovia la quale, affinché la cantierizzazione sia intesa come socialmente utile, deve essere di circa di 350 m3/s per mitigare adeguatamente la pericolosità idraulica e al contempo offrire una valida alternativa all’inefficiente trasporto su gomma. L’iter burocratico è comunque avviato: a breve la Giunta regionale verrà chiamata a pronunciarsi in merito all’avvio della stesura del progetto preliminare, stanziando da subito 1?200?000 euro in attesa dei finanziamenti comunitari. I fari sulla questione resteranno in qualunque modo ancora accesi, considerati i possibili ritardi a seguito delle turbolenze giudiziarie dello scandalo Mose che hanno inevitabilmente fatto saltare la carica di assessore all’infrastrutture, figura indispensabile alla positiva conclusione della vicenda idrovia.?Nonostante il clima di fiducia successivo all’incontro a palazzo Balbi, l’attenzione dei comitati e delle associazioni resterà alto per garantire il coinvolgimento dei cittadini in una tematica vitale per lo sviluppo futuro del Veneto e con esso di tutto l’Alto Adriatico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento