menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta differenziata, Veneto orientale sul podio con l'84%

Diffusi i dati Arpav su tuti i comuni del Veneziano: Ceggia, Cinto e Gruaro ai primi tre posti. Molte difficoltà a Venezia centro che raggiunge solo il 27%

Su Tares e gestione dei rifiuti i sindaci hanno già chiesto aiuto alla Provincia: al termine della riunione con l'assessore all'Ambiente Della Vecchia sono stati anche diffusi i dati sulla raccolta differenziata nei comuni del Veneziano. In mancanza di un metodo ufficiale stabilito a livello nazionale, per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata è stato utilizzato il metodo elaborato dall’Osservatorio regionale sui rifiuti di Arpav e adottato dalla Regione Veneto, che serve per calcolare eventuali penalizzazioni tariffarie a carico degli enti che non raggiungono le percentuali previste dalla legge e dagli strumenti di pianificazione regionale e provinciale (65% entro il 2012 a livello di ambito territoriale ottimale).

Dall’elaborazione dei dati 2012, si nota come la maggior parte dei comuni supera la percentuale, con alcune eccezioni dovute per la maggior parte a situazioni contingenti: caso tipico è quello del comune di Venezia, nel quale la raccolta differenziata è problematica sia per difficoltà territoriali (centro storico e isole), sia per i flussi turistici che impongono in molti casi prestazioni straordinarie; in ogni caso, il dato del comune di Venezia è in linea con comuni di analoghe dimensioni e problemi territoriali molto meno evidenti. Altri Comuni nei quali la raccolta differenziata presenta problemi sono i comuni litoranei turistici, nei quali durante la stagione estiva la popolazione si moltiplica a causa delle presenze turistiche e che in tale periodo necessitano di servizi appositamente programmati.

Il solo dato relativo alla raccolta differenziata, però, non fornisce un’informazione idonea a descrivere la realtà della gestione dei rifiuti. Infatti, l’obiettivo proposto dalle normative consiste nella riduzione dei rifiuti conferiti in discarica, al netto della riduzione della produzione, del riciclaggio e del recupero di materia e di energia. Se andiamo ad analizzare quest’ultimo dato, vediamo che nell’ambito territoriale delle provincia di Venezia la percentuale di rifiuto urbano conferito in discarica si attesta in molti casi oltre il 95%, costituendo una situazione di eccellenza a livello nazionale.

LA CLASSIFICA

CEGGIA                                                                 83,49%
CINTO CAOMAGGIORE                                     83,23%
GRUARO                                                               79,54%
PRAMAGGIORE                                                  79,26%
TEGLIO VENETO                                                 78,63%
FOSSALTA DI PORTOGRUARO                      78,45%
SAN STINO DI LIVENZA                                    77,69%
CONCORDIA SAGITARIA                                 76,93%
PORTOGRUARO                                                 76,81%
ANNONE VENETO                                             75,66%
PIANIGA                                                                75,18%
MARTELLAGO                                                     75,10%
MEOLO                                                                  75,04%
SAN DONA' DI PIAVE                                        74,67%
SALZANO                                                             73,59%
QUARTO D'ALTINO                                            73,40%
TORRE DI MOSTO                                              72,87%
NOVENTA DI PIAVE                                           72,19%
STRA'                                                                     72,07%
FOSSALTA DI PIAVE                                         71,79%
MUSILE DI PIAVE                                               71,19%
FOSSO'                                                                  70,77%
MARCON                                                              70,67%
SPINEA                                                                 70,19%
SANTA MARIA DI SALA                                     70,08%
CAMPAGNA LUPIA                                            69,39%
CAVARZERE                                                       68,33%
CAVALLINO TREPORTI                                     68,29%
FIESSO D'ARTICO                                              68,04%
CAMPONOGARA                                                67,89%
CAMPOLONGO MAGGIORE                             67,49%
ERACLEA                                                             66,97%
SCORZE'                                                               62,07%
DOLO                                                                     61,14%
CHIOGGIA                                                             60,14%
MIRANO                                                                59,39%
VIGONOVO                                                           59,03%
MIRA                                                                      58,34%
NOALE                                                                   56,41%
SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO                  55,96%
CAORLE                                                                47,19%
JESOLO                                                                 43,12%
VENEZIA CENTRO STORICO                          27,93%
VENEZIA TERRAFERMA                                  45,93%

Il comune di Cona non è presente in quanto ha un altro gestore

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'Rt in Veneto sale a 0,91, le richieste di Zaia oggi al Governo

  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento