Com'è andato il primo anno di car sharing gestito da Toyota a Venezia

YUKÕ with Toyota conta adesso 3mila iscritti che hanno effettuato 7.900 noleggi. Boraso: «Dieci tonnellate di CO2 risparmiate, ora nuove opportunità d'utilizzo»

A distanza di 12 mesi dal lancio, il car sharing YUKÕ with Toyota ha raggiunto a Venezia quota 3mila iscritti. Dal primo giugno 2018 sono stati effettuati 7.900 noleggi, di cui l’80% in modalità "station based", ovvero tra parcheggi prestabiliti, e il 20% in modalità "free floating", cioè quella che permette di parcheggiare il veicolo in qualsiasi punto della città. Secondo la casa automobilistica, l'impiego delle auto elettriche ha permesso di risparmiare circa 10 tonnellate di anidride carbonica, contribuendo a ridurre le emissioni di inquinanti (in tutto le auto "green" hanno percorso 240mila chilometri, di cui il 47,7% in modalità zero emissioni) e di sostanze nocive per la salute.

Car sharing green

Il servizio di car sharing Toyota a Venezia dispone di un parco di 50 vetture composto da Yaris Hybrid, Prius Plug - In Hybrid e un Toyota Proace Verso, con allestimento specifico per garantire l’utilizzo anche alle persone con mobilità ridotta. «Siamo soddisfatti e orgogliosi dei risultati raggiunti - ha detto l'assessore alla Mobilità Renato Boraso - perché sfruttando tecnologie all'avanguardia e puntando forte sull'innovazione siamo stati in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini contribuendo anche alla salvaguardia dell'ambiente». L'intenzione è fare ancora di più: «Intendiamo potenziare il servizio introducendo nello stesso tempo tariffe più convenienti», conclude Boraso.

Nuove tariffe

«Il bilancio dei primi 12 mesi di esperienza per noi è positivo - aggiunge il responsabile relazioni esterne di Toyota, Andrea Saccone - e il secondo anno si apre all'insegna delle novità: oltre che nuovi pacchetti e servizi, ci sarà un parziale rinnovo della flotta Hybrid». A breve saranno introdotte tariffe speciali per il noleggio di un intero weekend, di una settimana o, su richiesta, di un intero mese: «Grazie a queste nuove proposte i clienti potranno utilizzare il servizio per periodi più lunghi a un costo fisso - spiega Saccone -. Selezionando la tariffa weekend, nella fase di prenotazione potrà essere noleggiata una Yaris Hybrid dal primo pomeriggio del venerdì alla mattina del lunedì per 100 euro, comprensivi di 250 chilometri. Per chi avrà la necessità di utilizzare il servizio anche durante la settimana, sarà possibile pre-acquistare (sia sul sito che tramite la app) crediti di guida YUKÕ, ottenendo sconti fino al 20%. Quindi, per esempio, il cliente che pre-aquista un pacchetto YUKÕ 200 (200 euro di crediti di guida al costo di 160 euro, 20% di sconto) e decide di prenotare l’auto per un weekend, selezionando la tariffa dedicata, sosterrà una spesa reale complessiva di 80 euro».

Di seguito il riepilogo dei risultati dopo 12 mesi di servizio:

    3.000 iscritti abilitati al servizio (28 aziende con dipendenti);
    7.900 noleggi effettuati, di cui l’80% in modalità Station Based (Yuko One) e il 20% in modalità Free Floating (Yuko Way);
    240mila chilometri percorsi;
    10 tonnellate circa di risparmio di CO2;
    47,7% di percorrenza a zero emissioni (nel tempo);
    30 chilometri medi percorsi;
    2 ore e 30 minuti di tempo medio di utilizzo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto a terra, morta una ragazza di 29 anni

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Incidente mortale di Eraclea, il motociclista aveva bevuto

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

  • Lavoro nero alla fiera di San Donà: 14 denunce e multe per 120mila euro

Torna su
VeneziaToday è in caricamento