menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Nuova luce al recupero", la lampadina esausta dal grossista

L'iniziativa serve a incentivare il riciclo di lampadine a basso consumo. I rivenditori di materiale elettrico veneziani avranno contenitori appositi

Arriva a Venezia 'Nuova luce al recupero', il servizio gratuito di recupero delle lampadine a basso consumo a disposizione dei grossisti di materiale elettrico. L'iniziativa, promossa da Ecolamp, il Consorzio per il recupero e riciclo delle sorgenti luminose esauste, in collaborazione con Veritas, vuole fornire un servizio concreto di supporto all'attività dei grossisti di materiale elettrico. L'obiettivo di Ecolamp, insieme a Veritas, è di incentivare il sistema di raccolta 'uno contro uno', che prevede la consegna della sorgente luminosa giunta a fine vita a fronte dell'acquisto di una nuova, agendo direttamente sui rivenditori.

Questi infatti hanno ricevuto dal Consorzio i contenitori più adeguati alla raccolta delle lampadine non più funzionanti, i materiali informativi sia per il personale sia per i clienti sul tema del riciclo delle sorgenti luminose e, soprattutto, dal 28 aprile saranno interessati da un servizio che con cadenza mensile garantirà il ritiro dei contenitori pieni e il rifornimento di nuovi da mettere a disposizione dei clienti.

Le lampadine raccolte dai grossisti verranno quindi trasportate da un apposito mezzo dedicato a 'Nuova luce al recupero' alle isole ecologiche comunali per il successivo trasporto agli impianti di trattamento autorizzati, consentendo il riciclo di oltre il 95% dei materiali.

A questa modalità di conferimento dei rifiuti elettrici ed elettronici (Raee), si è aggiunto recentemente il servizio uno contro zero, introdotto dalla nuova direttiva sui Raee entrata in vigore il 12 aprile scorso. Il decreto prevede il conferimento gratuito dei Raee più piccoli (inferiori a 25 cm), fra cui ovviamente le lampadine, senza obbligo di acquisto di apparecchiature equivalenti.

Sono oltre 55mila, (+8 per cento rispetto al 2012), i chili di lampade a basso consumo raccolti nel 2013 dal Consorzio in provincia di Venezia, mentre l'intera regione Veneto si posiziona al secondo posto nella classifica regionale Ecolamp dello scorso anno, con 231mila chili di lampadine, (+16 per cento rispetto al 2012).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento