menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia fuori dal patrimonio Unesco? "Non c'è rischio, sarebbe davvero difficile"

Lo special advisor del segretariato generale dell'Organizzazione, Bouchenaki, ha rassicurato: "Finora solo due siti sono stati depennati"

"Non si può dire che Venezia rischi l'uscita dal patrimonio Unesco". Lo ha affermato Mounir Bouchenaki, special advisor del segretariato generale dell'Unesco, nel corso del convegno tenutosi sabato a Palazzo Ducale.

Era stata la stessa organizzazione internazionale che tutela i grandi siti mondiali a paventare la possibilità che la città e la sua laguna venissero "depennati" dalla lista. Sono le Grandi Navi, secondo l'Unesco, a minacciare la permanenza di Venezia all'interno dell'elenco dei beni dell'umanità, mettendo "in pericolo la conservazione della laguna". Di qui la richiesta al governo di prendersi a cuore il "fardello" e risolvere la questione per evitare la valutazione dell'iscrizione di Venezia nella "lista nera".

E ancora dall'Unesco, nella persona di Bouchenaki, arrivano pure le rassicurazioni: "Non è così facile - ha spiegato - uscire dalla lista. Se ci sono problemi, vengono segnalati all'Unesco, che stila un suo rapporto, presentandolo al comitato del patrimonio mondiale e aprendo una discussione con il Paese interessato, per trovare insieme una soluzione ai problemi stessi. E anche quando non si riceve risposta, il primo passo è segnalare il sito interessato come 'in pericolo' sull'elenco. È dunque una materia molto seria, una responsabilità non solo degli stati e della Comunità internazionale che ha iscritto il sito. Per il momento, sono solo due i siti che sono stati tolti, dopo un lungo processo, dalla lista: un sito naturale in Oman e la valle dell'Elba a Dresda".

Tornando a parlare di Venezia, nello specifico, Bouchenaki ha inoltre ricordato come ci sia "una storia importante sulla conservazione di Venezia, con grandi successi, a partire da quelli ottenuti dallo Stato italiano dopo l'alluvione del 1966, ma ricordando anche quelli ottenuti dai comitati privati, che hanno svolto un lavoro molto importante".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento