Come aprire un negozio in franchising

Tutte le informazioni sulle modalità di apertura di un'attività in franchising in centro storico

Aprire un negozio in franchising vuol dire affidarsi a una realtà igà presente sul mercato e già consolidata e di successo. Prima di optare per questo tipo di scelta che apparentemente sembra molto vantaggiosa, però, bisogna considerare alcuni elementi importanti tra cui l'iter burocratico da seguire, la scelta della location, i vantaggi e gli svantaggi di questa particolare tipologia di attività imprenditoriale. 

  • Iter burocratico per aprire un negozio in franchising

  • Apertura Partita Iva
  • Iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio
  • Apertura posizioni INPS ed INAIL
  • (In alternativa, è possibile espletare le principali registrazioni attraverso la Comunicazione Unica, da inviare in via telematica con posta certificata PEC alla Camera di Commercio.)
  • Dichiarazione di inizio attività al Comune almeno 30 giorni prima dell’apertura
  • Permesso per esporre l’insegna
  • Pagamento dei diritti SIAE per diffusione di musica

Nel caso di vendita alimentare viene richiesta l’abilitazione (SAB o titolo equivalente, ed HACCP) alla manipolazione e commercializzazione di alimenti e bevande.

I vantaggi

  • Assistenza e consulenza fiscale, commerciale e burocratica 
  • Formazione iniziale e corsi di aggiornamento costanti, sia per l’imprenditore che per il personale
  • Affiancamento fisico in negozio pre e post apertura
  • Trasferimento del manuale operativo di gestione
  • Valutazione della location con criteri di geomarketing e supporto nella scelta
  • Progettazione e allestimento del negozio “chiavi in mano”
  • Fornitura di arredamento, attrezzature, materiale promozionale, packaging e materiale brandizzato, insegna, prodotti di vendita, software gestionali e hardware
  • Fornitura a prezzi vantaggiosi 
  • Rischio imprenditoriale ridotto
  • Notorietà del brand e reputazione

Gli svantaggi e i costi 

  • Fee d’ingresso
  • Royalty sul fatturato
  • I contributi pubblicitari
  • Modalità e frequenza degli approvvigionamenti (e di eventuali minimi d’ordine)
  • Eventuali fidejussioni bancarie richieste (spesso richieste a garanzia della merce in conto vendita)
  • Il grado di rigidità su immagine, layout del negozio e sulle modalità gestionali ed organizzative

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Zaia contro il Dpcm: «Posso spostarmi in una metropoli e non tra Comuni con meno di 5mila abitanti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Schianto in moto, morto un uomo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento