Meteo

Acqua alta, guasto informatico al Centro maree ma la comunicazione arriva

Impedito per più di un’ora, domenica, l’aggiornamento della previsione. I tecnici sono riusciti comunque ad inviare i consueti sms di avvertimento nei tempi previsti

Il fine settimana appena trascorso, anche se non ha visto segnare dei veri record, sarà ricordato per gli eventi mareali che hanno interessato Venezia. Infatti da venerdì primo febbraio tutti i massimi di marea hanno richiesto il suono delle sirene: alle 23 l'acqua alta ha raggiunto i 112 centimetri, sabato alle 9.20 i 113 centimetri, stesso valore registrato anche alle 23.45, mentre domenica alle 8.20 la marea ha raggiunto i 111 centimetri. Un unico problema è stato riscontrato domenica nel primo mattino, quando un guasto agli apparati informatici del Centro maree ha impedito per più di un’ora l’aggiornamento della previsione.

Sms e sirene

I tecnici sono riusciti comunque ad inviare un sms nei tempi previsti e dare comunicazione dell’andamento della marea attraverso il sito internet comunale. Appena il guasto è stato risolto è stato prodotto un aggiornamento della previsione e sono state azionate le sirene cittadine.

Il meteo

La nostra regione è stata interessata da un’importante perturbazione atlantica che, muovendosi dal golfo di Marsiglia verso le coste italiane, oltre a portare la neve in montagna, ha causato forti venti di scirocco su tutto l’Adriatico centro meridionale. Il vento ha fatto sentire i suoi effetti anche sulla costa veneziana: il livello medio del mare da un valore mensile di gennaio pari a 33 centimetri è arrivato a segnare 79 per i primi tre giorni di febbraio, la temperatura dell’aria è salita improvvisamente e sempre per effetto dello scirocco in piattaforma acqua alta sono state registrate onde di quasi 4 metri. La pressione atmosferica ha fatto segnare un record presentando il valore medio settimanale più basso degli ultimi 10 anni. La saccatura atlantica ormai ha terminato i suoi effetti e la pressione atmosferica ora sta salendo. Arpa Veneto annuncia che «Da lunedì l'arrivo di aria più secca e fredda da nord sarà associata a tempo più stabile, con un calo delle temperature, specie nei valori minimi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua alta, guasto informatico al Centro maree ma la comunicazione arriva

VeneziaToday è in caricamento