menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme caldo e afa in Veneto, scatta il piano della sanità per anziani e malati cronici

A seguito delle previsioni del centro meteo Arpav che hanno annunciato sabato e domenica ondate di calore la protezione civile dichiara il rischio possibile per i portatori di disagio fisico

L'aniciclone africano in azione anche sul nostro territorio regionale, come spiega il centro meteo dell'Arpav, contribuisce a innalzare le temperature mantenendole al di sopra dei valori stagionali, almeno fino a domenica pomeriggio. La protezione civile del Veneto, come conseguenza di queste previsioni, ha dichiarato lo stato di allarme climatico per disagio fisico.

L'assessore regionale alla Sanità del Veneto, Luca Coletto, ha disposto l’attivazione dello specifico ‘piano caldo’, approvato lo scorso aprile, che prevede un'articolata serie di iniziative da parte delle Ulss, in particolare per assistere le persone anziane e i portatori di malattie croniche che possono essere aggravate dalle condizioni climatiche.

Sono considerate categorie 'a rischio', oltre agli anziani, i bambini fino ai 4 anni, i diabetici, gli ipertesi, chi soffre di malattie venose, le persone non autosufficienti, chi ha patologie renali e chi è sottoposto a trattamenti farmacologici.

La Regione ha attivato il numero verde 800 462 340, realizzato con la collaborazione del servizio Telesoccorso e Telecontrollo, nonché il servizio di reperibilità al numero verde 800 900 009 per la segnalazione di eventuali emergenze di competenza della protezione civile.
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento