menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alberi sradicati e barche rovesciate: decine gli interventi per il maltempo

Il forte vento, nel primo pomeriggio di mercoledì, ha causato la caduta di arbusti e rami, specie nella zona di Marghera e di Mestre. Secondo temporale in serata sul Miranese

Maltempo doveva essere e maltempo è stato, in due round. Pioggia anche piuttosto forte ma soprattutto il vento in poche decine di minuti hanno causato alcuni danni, per fortuna non troppo ingenti, ma per i quali sono stati necessari numerosi interventi dei vigili del fuoco nel Veneziano. Nel primo pomeriggio di mercoledì sono state circa una trentina le richieste di aiuto, la maggior parte delle quali per la caduta di rami in strada che hanno ostruito il passaggio dei veicoli. Verso le 20, poi, un secondo temporale ha causato problemi nel territorio di Scorzè, di Noale e di Mirano. Strade allagate e alberi a terra, oltre che un sottopasso allagato.

La zona maggiormente interessata nel pomeriggio è stata quella di Marghera e del centro di Mestre, con interventi sparsi tra via della Stazione, via Forte Marghera, via della Geologia e San Giuliano, dove alcuni rami avrebbero ostruito la fermata del tram, impedendo il passaggio momentaneo al "siluro rosso" (lo stop in ogni caso, se c'è stato, è stato di pochissimi minuti). Problemi anche al circolo Canottieri Mestre ASD, dove le raffiche hanno rovesciato alcune delle barche in banchina. Anche l'ingresso della San Marco Petroli a Fusina sarebbe stato parzialmente bloccato. Poco dopo le 16 gli interventi dei pompieri si stavano esaurendo, con il sole che era già tornato a farsi spazio tra i nuvoloni più neri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo spettro maltempo, nonostante il miglioramento sensibile delle condizioni meteo, non è comunque esaurito: lo stato di preallerta della protezione civile, infatti, rimane ancora valido almeno fino alle 18 di giovedì. I pompieri sono dovuti intervenire anche nella zona di Oriago di Mira per alberi pericolanti, come in via Argine Sinistro Idrovia. Operazioni di soccorso pure a Camponogara, Noale, Cavarzere e Caorle. A Campolongo Maggiore, in via Cardi, un fulmine si è abbattuto su una casa causando il parziale crollo di un tetto e lo "scoppio" dei muri. Per fortuna non si sono registrati feriti, i danni però sono ingenti.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento