rotate-mobile
Meteo

Meteo, cosa dobbiamo aspettarci per i giorni che portano al Natale

Nubi basse, banchi di nebbia e foschie sulle zone di pianura. Temperature in risalita fino a 10 gradi

Dopo una prima parte di dicembre molto dinamica con perturbazioni in serie foriere di piogge in pianura e nevicate in montagna anche a quote basse, la settimana che porta al Natale mostra un lato dell'inverno più statico e sornione. Il nord Italia verrà a trovarsi in un letto di correnti temperate atlantiche, associate a pressione atmosferica medio-alta. Sul Veneto, ci spiega Davide Sironi di 3bmeteo.com, il tempo sarà in prevalenza asciutto con schiarite alternate al passaggio di sterile nuvolosità con basso rischio di precipitazioni.

Proprio il ristagno di umidità nei bassi strati favorirà la formazione di nubi basse, banchi di nebbia e foschie sulle zone di pianura, specie tra le province di Verona, Rovigo, Padova e Venezia dove spesso il tempo si manterrà grigio e umido. La qualità dell'aria andrà così gradualmente deteriorandosi, per accumulo degli inquinanti al suolo nel corso dei giorni. Qualche schiarita in più sulle province di Vicenza, Treviso e Belluno.

Le temperature saranno in lieve aumento nel corso della settimana, portandosi sopra le medie del periodo, in particolare nei valori minimi, ampiamente al di sopra dello zero in pianura; temperature massime fino a 8-10 gradi. Clima mite per il periodo anche in montagna con deboli gelate solo nottetempo. Poche novità per Natale e Santo Stefano, la tendenza mostra un'ulteriore rinforzo dell'anticiclone con tempo stabile e decisamente mite per il periodo. A seguire si aprono scenari per un possibile peggioramento a carattere freddo verso fine anno, ma ancora da confermare.d

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo, cosa dobbiamo aspettarci per i giorni che portano al Natale

VeneziaToday è in caricamento