menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ozono nell'aria in provincia, si abbassa la concentrazione: ma la situazione resta critica

Anche nella rilevazione di Arpav di mercoledì il livello di concentrazione permane oltre i limiti di legge: 181 µg/m³ a fronte di un limite massimo imposto di 180 µg/m³

La qualità dell'aria continua ad essere pessima. A riferirlo è il Servizio osservatorio aria dell'Arpav, secondo cui nella giornata di mercoledì è stata nuovamente superata la soglia di informazione di concentrazione di ozono nell'aria: 181 µg/m³ misurata alle 15 nella stazione di Venezia Parco Bissuola, a fronte di un limite imposto per legge di 180 µg/m³. Si tratta di quello definito come "livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione".

SITUAZIONE IN MIGLIORAMENTO, MA CRITICA

L'appello rimane immutato, ed è rivolto alle categorie maggiormente a rischio, come gli anziani e le persone con problemi di respirazione. Nonché bambini e donne in gravidanza. Un miglioramento, ad ogni modo, c'è stato, nonostante la situazione rimanga comunque molto critica: martedì alle 16, la concentrazione di ozono nell'aria registrata ha toccato "quota" 211 µg/m³.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento