Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica Mestre Centro / Via Altobello

Quartiere Altobello, case Ater e parco: i consiglieri chiedono chiarimenti

I regionali del Pd, il gruppo consiliare comunale Pd insieme a 5 Stelle, Terra e Acqua e Italia Viva hanno presentato 2 interrogazioni

Quartiere Altobello, archivio

Quartiere Altobello, area tra viale Ancona e via Altobello classificata “zona residenziale di espansione”, ad oggi cantiere aperto. Il piano urbanistico prevede la realizzazione di una parte a uso residenziale (26.400 metri quadri) e una parte di verde pubblico (113.000 metri quadri), ossia il tanto atteso Parco di Altobello. L’opposizione in Regione e in Comune ha chiesto chiarimenti sulle case Ater e sulla futura realizzazione del parco.

I consiglieri regionali Pd Francesca Zottis e Jonatan Monanariello, il gruppo consiliare comunale Pd, con primo firmatario Emanuele Rosteghin, insieme ai consiglieri 5 Stelle (Sara Visman), Terra e Acqua (Marco Gasparinetti) e Italia Viva (Cecilia Tonon), hanno presentato 2 interrogazioni sul quartiere, in particolare sull'area.

«A partire dal 2005 - scrivono - il quartiere è stato oggetto di progetti di riqualificazione che hanno visto la partecipazione attiva dei cittadini e delle associazioni, in collaborazione con le istituzioni, con interventi che hanno modificato radicalmente quella che un tempo era considerata periferia degradata in un luogo vivo e attivo, con servizi e spazi dedicati alle famiglie. Per portare avanti la riqualificazione, è fondamentale che l’area diventi parte di un piano articolato di interventi coinvolgendo attivamente i residenti. Il naturale proseguimento, quindi, di quel "contratto di quartiere" che all’inizio degli anni 2000 ha dato il via alla trasformazione della zona, con il 35% di finanziamenti statali e regionali e il Comune che ha avuto un importante ruolo di coordinamento».

I consiglieri regionali del Pd Francesca Zottis e Jonatan Monanariello, hanno interrogato l’assessore regionale competente sulla questione delle case Ater per conoscere nel dettaglio il piano d’interventi di edilizia residenziale sociale, indispensabili per incentivare la coesione e la sicurezza e contrastare il disagio abitativo. I consiglieri comunali hanno chiesto al sindaco quali siano i progetti d’intervento previsti nell’area e i tempi di realizzazione, e se l’amministrazione abbia intenzione di mantenere il percorso partecipativo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere Altobello, case Ater e parco: i consiglieri chiedono chiarimenti

VeneziaToday è in caricamento