Al sociale per 5 anni: «La soddisfazione? Sentirsi chiamare per strada da chi hai conosciuto»

Assessore nella giunta Brugnaro, Simone Venturini si racconta nell'attesa di conoscere la prossima destinazione. «La cosa difficile? Accettare l'incarico quando il bilancio era al tracollo». La cosa più bella: «Le amicizie»

Simone Venturini assessore al Sociale uscente

Più di 1400 preferenze alle comunali del 20 e 21 settembre scorso, 5 anni di assessorato al Sociale. Simone Venturini racconta l'esperienza politica nella giunta del sindaco Brugnaro, nell'attesa di conoscere la prossima destinazione nell'amministrazione. «Sembrava all'inizio una missione ai limiti del possibile. Ho ancora chiara la sensazione che provai quando il sindaco nel 2015 mi chiese di accettare la guida delle politiche sociali. La situazione era disastrosa - ricorda Venturini - , il bilancio al tracollo e mi trovavo a gestire una delle partite più delicate e importanti per la città». Alla fine della legislatura, «la macchina del sociale è stata riformata e i conti riordinati, con i servizi rafforzati, dall'integrazione scolastica all'assistenza sociale». C'è in prospettiva l'idea di continuare il lavoro svolto, riprendere quanto si era dovuto interrompere a causa del Covid, «consolidando e continuando gli interventi: le elezioni sono andate molto bene. Considerato che non ho avuto il tempo di fare campagna elettorale, le preferenze che davvero non mi aspettavo così numerose, per me sono un premio al lavoro fatto in questi anni e alla gestione delle emergenze», dice l'ex assessore.

I ricordi e l'amicizia

«Molto bene - continua - l'affermazione della lista civica del sindaco Brugnaro: questa si riconferma un'amministrazione con un'origine e una forza civiche, lontana dalle discussioni ideologiche e dalle bandiere di partito con l'obbiettivo di consolidare. La più bella soddisfazione? - riflette Venturini - Sentir chiamare il mio nome per strada, mentre passeggio, da chi magari si ricorda un progetto o un lavoro fatto assieme. Tra i momenti più belli ricordo quelli trascorsi nelle associazioni per disabili, l'Agape, l'Anffas, Amici Insieme e tante altre. Ho conosciuto i ragazzi, ne ho imparato i nomi. Molta determinazione è arrivata anche dal portare a termine lavori importanti come la nuova questura e il recupero delle case popolari, la ristrutturazione delle biblioteche, la sala per le prove musicali, il bibliobus, che è una mia invenzione. Adesso questi sono servizi consolidati e funzionanti per la città». 

Il sindaco

L'amicizia con Brugnaro: «Esisteva già prima, poi gli sono grato per avermi dato tanta fiducia, avevo 27 anni nel 2015, e uno degli assessorati più impegnativi oltre alla delega allo sviluppo economico». Un rapporto che si è via via rafforzato, spiega Venturini. «Ricordo le difficoltà dei primi mesi di legislatura, quando sembrava che il Comune dovesse fallire. Una prova di resistenza notevole e la grande capacità del sindaco di intuire e anticipare i problemi e trovare soluzioni inedite. Una cosa che non gli riconosco solo io ma tutta la squadra». Andando un po' indietro nel tempo, Venturini ripercorre gli anni della scuola, dell'associanismo, della passione per la politica e per il sociale. «Sono stato consigliere comunale e ho iniziato la gavetta a Marghera, poi la laurea in giurisprudenzal il lavoro in azienda e infine l'assessorato».

Il Comune

«Ringrazio - dice Venturini - le tante persone che mi hanno supportato, sopportato, amici, famigliari, lo staff, i dirigenti, i dipendenti. Ho trovato dentro il Comune grande disponibilità e so di aver preteso molto e talvolta di aver messo a dura prova la resistenza di chi lavorava con me, specie negli ultimi tempi quando con il vicesindaco Luciana Colle abbiamo lavorato sulle case, affinché fossero completate al più presto le assegnazioni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento