Politica

Bilancio di previsione, il Pd porta in Consiglio giovedì due mozioni su Tari e affitti

L'assemblea di Ca' Farsetti riunita in streaming domani. Rosteghin: «Posticipare la tassa rifiuti del 16 dicembre. Serve un confronto sulle partecipate». Saccà punta sul bonus affitti

Ca' Farsetti, sede del Comune

In programma all'ordine del giorno c'è il bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2020-22, al Consiglio comunale di giovedì 26 novembre, approvato pochi giorni fa in giunta. A presentarlo, il 19 novembre scorso, l'assessore al Bilancio Michele Zuin, che ha assicurato il mantenimento, «pur in una situazione finanziaria non semplice per la pandemia, di investimenti per 100 milioni. Sono state ridotte alcune entrate rispetto al trend storico, per circa 40 milioni di euro. Speriamo il governo intervenga al più presto a ristoro delle minori entrate che si registreranno nel 2021. Così potremo replicare le misure di sostegno alle famiglie, alle attività e alle associazioni», ha continuato. Il gruppo consiliare del Partito Democratico ha pronte due mozioni: posticipo della scadenza della rata Tari e acquisizione del bonus affitti.

Tari

«La nostra città sta vivendo un momento estremamente difficile a causa dell'emergenza sanitaria  – afferma Emanuele Rosteghin consigliere comunale PD - In questa variazione di bilancio registriamo un importante contributo da parte del governo con oltre 30 milioni per il trasporto pubblico locale (Tpl) e circa 10 per la riduzione della Tari (Tassa sui rifiuti). Ora più che mai è necessario fare il possibile per dare ulteriori risposte ai cittadini in difficoltà: per questo domani in sede di consiglio presenteremo la proposta di dilazionare il termine di pagamento del 16 dicembre per la Tari alle famiglie in difficoltà. Chiederemo inoltre di predisporre un piano di sostegno ad attività e famiglie. Nelle prossime settimane in fase di discussione del bilancio di previsione - prosegue il consigliere - sarà necessario provare a definire specifiche poste di bilancio per aiutare il sistema dei negozi di vicinato, le locazioni a uso residenziale e le famiglie in difficoltà. Siamo inoltre convinti che serva aprire immediatamente un confronto per comprendere la situazione delle nostre principali partecipate».

Affitti

«Sulla questione dell’acquisizione del bonus affitti - interviene il consigliere Pd Giuseppe Saccà - riprendendo il lavoro fatto nella Municipalità di Venezia, suggeriamo un meccanismo grazie al quale il Comune potrebbe acquistare crediti fiscali del privato derivanti dal bonus affitti, in maniera tale da iniettare un po' di liquidità nel tessuto economico. Si aprirebbe un circolo virtuoso che aiuterebbe il tessuto economico a superare la fase drammatica che sta passando».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio di previsione, il Pd porta in Consiglio giovedì due mozioni su Tari e affitti

VeneziaToday è in caricamento