Polemiche per le parole del sindaco sui veneziani che non l'hanno votato

«Voglio vedere adesso chi risolve i problemi del centro storico», ha detto, riferendosi all'unica municipalità in cui non ha ottenuto la maggioranza dei voti. Baretta: «Frasi offensive, cominciamo male»

Nonostante l'ampia vittoria ottenuta alle elezioni, Luigi Brugnaro non ha sfondato nel centro storico: la municipalità Venezia Murano Burano, dove il candidato Pd Marco Borghi ha ottenuto la maggioranza dei voti (53,19%), è l'unica rimasta al centrosinistra.

La cosa evidentemente non è piaciuta al rieletto sindaco e una certa dose di rancore è emersa nel primo discorso che ha tenuto al punto fucsia, martedì pomeriggio: «Se i cittadini del centro storico sono convinti che i problemi del turismo li risolva io, no: adesso lo chiedano "a loro". Adesso sarà la municipalità di Venezia a dirci se vuole i tornelli o no. Perché Brugnaro "il provinciale", quello che arriva dalla periferia, non risolve più i problemi del centro storico. Io i cassonetti a Venezia non li pulisco più: li ho puliti 5 anni, adesso voglio vedere quanti veneziani della municipalità, del Pd e dei vari partiti vengono a pulire con me. Sul turismo, basta "magnare e scarseare", basta mangiare e mettere in tasca».

La stoccata è stata criticata dall'avversario Pier Paolo Baretta: «Comincia male il sindaco. Le frasi rivolte ai cittadini di Venezia sono offensive e l’attacco a chi ha sostenuto la mia candidatura sbagliato e sopra le righe. Lo invito a cambiare tono. Nessuno, peraltro, si intimidisce. Non è alzando la voce che si affrontano le questioni e si risolvono i problemi o si avvia l’annunciato dialogo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ironico il commento del candidato Marco Gasparinetti, che è stato il terzo più votato e che è andato particolarmente bene proprio nel centro storico, dove ha preso il 9,6%: «La gestione della cosa pubblica secondo Brugnaro: non mi avete votato? Veneziani, la punizione per voi sarà questa. Spietata, implacabile e maleodorante».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento