rotate-mobile
Politica

La stoccata di Calenda: «I veneti hanno votato Zaia, non Salvini. Prenderemo voti alla Lega»

Il leader di Azione è intervenuto ieri a M9 nel corso del tour elettorale di Azione, in vista delle elezioni politiche del 25 settembre

«Noi in Veneto prenderemo una quantità di voti della Lega». La previsione è di Carlo Calenda, leader di Azione, intervenuto ieri all'auditorium "Cesare De Michelis" di M9 per un incontro elettorale in vista delle elezioni politiche del 25 settembre. Secondo l'ex ministro dello Sviluppo economico, «la Lega l'ha votata la gente che l'apprezzava per la capacità amministrativa. Salvini è l'opposto di Zaia, è un signore che quando è diventato ministro, al ministero ci è andato meno di tutti gli altri ministri dell'interno precedenti. Diceva "ma tanto io governo anche mentre vado in giro"».

Nel punto stampa con i giornalisti, non ha risparmiato stoccate al Carroccio, e più nello specifico al "capitano". Per Calenda, Salvini nulla ha da spartire con «la serietà dei veneti e dei lombardi, e del Nord in generale», accusandolo a più riprese di  «aver fatto cadere l'italiano più illustre del mondo (Draghi, ndr) nel momento più difficile per l'Italia. Il mio augurio, - ha continuato - è che Zaia, Fedriga e Giorgetti ritrovino la voce e lo mandino a fare quello che faceva prima, cioè nulla».

Calenda è intervenuto anche sull'annosa questione dell'autonomia regionale, puntando ancora una volta il dito contro Salvini, che nelle ultime uscite ha sottolineato più volte come l'autonomia sarà possibile solo con la Lega al governo. «Maria Stella Gelmini che si candida con Azione ha fatto il progetto sull'autonomia, - ha detto il leader di Azione - era pronto, ma hanno sfiduciato il governo. Allora io voglio capire, quando Salvini viene qua e racconta dell'autonomia, cosa spiega riguardo al fatto che ha fatto cadere il governo che la stava facendo?». E infine: «La Lega deve crollare per dare il segnale che è giusto che si dia, cioè che le persone serie, che siano di centrodestra o centrosinistra, non accettano la ferita che Matteo Salvini ha dato all'Italia, mettendola in una situazione di insicurezza a livello internazionale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La stoccata di Calenda: «I veneti hanno votato Zaia, non Salvini. Prenderemo voti alla Lega»

VeneziaToday è in caricamento