Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuova sede Unioncamere a Venezia: «La città è vetrina per il Veneto, il Mose va finito»

Il presidente della Regione Zaia al Vega: «Voglio ricordare che anche a opera finita e funzionante San Marco va comunque sott'acqua»

 

Le Camere di Commercio hanno una nuova sede a Venezia: il centro estero Veneto, inaugurato martedi dal presidente Mario Pozza e dal governatore del Veneto Luca Zaia, al Vega di Marghera. Non è mancato il focus sul maltempo che ha messo in ginocchio la regione e sull'acqua alta, con i danni ai monumenti causati dal picco di marea a oltre 150 centimetri. Critico Zaia sul Mose: «Una manutenzione che avrà costi insostenibili, senza contare che anche a opera conclusa e funzionante San Marco finisce sott'acqua».

«Il Mose va finito, è finito il tempo degli annuncia sui social, ora servono i fatti - commenta il presidente di Confindustria Venezia Vincenzo Marinese, mentre il presidente Pozza ricorda: «Venezia è vetrina per le imprese della Regione, in città è possibile e necessario investire su imprese e turismo e sull'export».

Il centro

Il centro estero Veneto è l’associazione costituita dalle Camere di Commercio di Venezia Rovigo e Treviso-Belluno che svolge un servizio associato al sostegno del sistema economico produttivo veneto sulla base di un accordo con la Regione del Veneto, per la promozione economica e l’internazionalizzazione delle imprese. È un punto di riferimento per lo sviluppo della promozione internazionale delle realtà imprenditoriali venete nell’approccio ai mercati esteri, ponendo particolare attenzione a quelli più dinamici e strategici.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento