menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bergamo azzera i premi ai dirigenti Actv, ma a partire dal prossimo anno

L'assessore annuncia la "scure" sui surplus in busta paga per quadri, impiegati e dipendenti. Ma nel 2013, viste le difficoltà di bilancio dell'azienda, sarebbe stata difficile una loro erogazione

Premi annullati, ma a partire dal prossimo anno. Alla fine, stringi, stringi, non cambierà poi molto. Questa la decisione dell'assessore alla Mobilità Ugo Bergamo, dopo le polemiche che aveva suscitato la notizia della distrubuzione a dirigenti (e anche a dipendenti) del premio per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. Soldi "a pioggia" che hanno fatto storcere il naso a molti, in un periodo in cui l'azienda versa in condizioni di bilancio difficili e si è assistito alla soppressione di alcuni servizi e all'aumento di alcune tariffe (specie per i non residenti).

L'assessore Bergamo ha dichiarato ieri la decisione di annullare i premi ai dirigenti dell'azienda. Notizia che ha creato molto trambusto nella sede Actv del Tronchetto. Non tanto per i soldi, quanto per la prospettiva a lungo termine che tale decisione comporterebbe. Nel contratto nazionale del pubblico trasporto, infatti, si fa espressa indicazione che lo stipendio si caratterizza da una parte "fissa" e una parte "variabile" sottesa al raggiungimento degli obiettivi aziendali. La volontà di togliere questi "privilegi", quindi, potrebbe rivelarsi più difficile del previsto. In ogni caso la scure si abbatterà solo dal 2013, in base al bilancio 2011/2012.

Con questa precisazione di Ca' Farsetti, arrivata nel pomeriggio di ieri, le acque si sarebbero calmate. Sapendo della condizione difficile in cui naviga Actv, era chiaro fin dall'inizio che di premi ai dirigenti il prossimo anno se ne sarebbero visti molto pochi. Anche ai sindacati l'azienda aveva fatto capire che ai dipendenti difficilmente sarebbe arrivato qualcosa in più il prossimo anno.


Bergamo, in più, tiene nel mirino l'azienda partecipata anche per quanto riguarda la gestione delle spese: suo infatti l'annuncio che nei prossimi giorni presenterà una sorta di "libro bianco" con indicate tutti i costi che Actv ha sostenuto negli ultimi anni. In un'ottica di "miglioramento" della spending review lagunare. Verranno passate al setaccio anche le pratiche di assunzione dell'azienda, controllando se siano state ottemperate le linee indicate dalla cosiddetta "Direttiva Orsoni" sull’accesso lavorativo nelle società partecipate secondo criteri di selezione a bando pubblico.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento