menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parlamentarie del Movimento Cinque Stelle: ecco i candidati veneziani

Le passioni, le volontà e i programmi di chi anche in laguna ha voluto mettersi in gioco per un posto in Parlamento con il partito di Beppe Grillo. Votazioni aperte fino a giovedì alle 17

Ci sono anche nove candidati di Venezia e provincia alle "parlamentarie" dei Movimento Cinque Stelle, il partito guidato da Beppe Grillo che in vista delle elezioni politiche del 2013 intende decidere tramite una votazione online quali saranno i "prescelti" che potranno ambire a un posto in parlamento. Dopo le primarie "analogiche" del Partito Democratico, in questi giorni (fino a giovedì 6 dicembre alle ore 17) il web è esploso di video di presentazione nelle prime "primarie digitali".

Possono concorrere tutti coloro che si sono iscritti al movimento entro settembre 2011. A tutti loro è arrivato via mail il link per accedere alle votazioni online. Ognuno potrà esprimere la propria preferenza un massimo di tre volte.

VENEZIA E MESTRE - Tra i "papabili" veneziani ci sono persone di diverse età ed estrazione sociale. I "meet up" (sorta di circoli locali del movimento) hanno deciso i propri canditati attraverso assemblee e votazioni. Nulla toglie, però, a chiunque di potersi misurarare nelle "parlamentarie". Il primo della lista tra i "concorrenti" lagunari è Marco Da Villa, 37enne impiegato mestrino: "Pur interessandomi alla politica, non ho mai considerato di farla attivamente, finché la mia indignazione per la situazione del nostro Paese non ha trovato uno stimolo e un portavoce in Beppe Grillo". Poi si trova Giunluigi Placella, 64enne: "Ho lavorato 32 anni nella sanità veneziana come chirurgo ortopedico. Esperienze sportive da componente della squadra nazionale di scherma in Campionati del mondo e Olimpiadi. Sono stato componente della commissione medica della Federazione Italiana Scherma da specialista in Medicina dello Sport e dello staff medico della società Calcio Mestre". Umberto Pirredda, 59enne di Marghera, è invece un impiegato della terraferma: "Vivo e lavoro nella inquinata periferia della terraferma veneziana (Marghera, Mestre) in possesso di una vecchia e amata Citroen 2 Cavalli del 1984 e di una vecchia moto Honda 400 Four del 1975 non solo per passione ma per presa coscienza di ridurre i consumi e di utilizzare i prodotti il più a lungo possibile".

IL MIRANESE - Per quanto riguarda il Miranese si sono candidati Federico Munerotto, ingegnere informatico 40enne di Martellago le cui linee politiche sono: "Con la cementificazione la conseguenza è distruggere il territorio in modo permanente, con il porta a porta i maggiori costi sono superati dai superiori introiti dovuti alla migliore selezione del materiale riciclato, sovranità alimentare, rifiuti zero, il modello economico che spinge a crescere sempre distribuendo utili, ogni tanto è costretto a fermarsi". Giulio Filippi, 52enne di Spinea: "Sposato, una figlia di 14 anni, perito per il turismo, attualmente impiegato in un hotel di Marghera, esperienze lavorative in vari tour operator e alberghi in 30 anni di lavoro, casa in comproprietà con moglie, 1 auto e 1 scooter" e, infine Giacomo Bortoluzzi, 40enne iscritto al meet up di Mirano.

VIGONOVO - E' stata organizzata una votazione, durata una settimana, interna al gruppo di Vigonovo. Si tratta dell'unico gruppo con candidati alle prossime elezioni politiche nella Riviera del Brenta e Basso Brenta. Carmine D'Auria, 36enne dichiara che "il Movimento mi slega dalle ideologie fossili della politica attuale e mi da la possibilità di partire da 0 (o meglio da 1). Non scendere a compromessi guidati solo da una ideologia politica schematica, dettata da interessi privati e di partito, ma bensì appoggiare o respingere i progetti, solo in merito alla loro validità e al loro riscontro sulla comunità intera".

Susanna Michieli, 42enne, dichiara: "Ho scelto di prendere parte attiva nel Movimento Cinque Stelle per varie ragioni: avendo innanzitutto potuto conoscere anche altre realtà lavorative europee, la posizione della donna lavoratrice e madre in Italia è diventata insostenibile. Non vi è nessun tipo di supporto sociale, personalmente, dopo aver scelto di avere figli, mi è stato rifiutato il part-time e sono stata addirittura "invitata" a lasciare il mio lavoro. Si sta verificando una regressione sociale in questo senso. La causa è da addurre a una classe politica che negli ultimi vent'anni si è interessata unicamente a mantenere e ad aumentare i propri interessi, creando una vera e propria casta, a scapito della cittadinanza, verso la quale, infatti, ha creato barriere e rigidità. Mi sono resa conto che siamo noi, cittadini, a creare la politica".

Andrea Pegoraro, infine, 47enne, dichiara: "Come cittadino al parlamento Italiano le cose da fare sono molte. Prioritari di sicuro sono: il referendum propositivo senza quorum, l'obbligatorietà di discutere a livello parlamentare le proposte di legge popolare e non ultimo l'elezione diretta dei parlamentari. Non dimentichiamoci comunque il rilancio dell'istruzione pubblica e delle strutture per i giovani a partire dalle scuole materne con l'insegnamento della lingua inglese e la banda larga per l'utilizzo di internet in modo efficace. Ciò darebbe ai cittadini la possibilità di interagire tramite strutture locali con le Regioni e il Parlamento".

Le regole delle Parlamentarie del Movimento 5 stelle:

CANDIDATI. Potranno candidarsi tutti coloro che si sono già presentati alle elezioni comunali o regionali certificati con il logo del MoVimento 5 Stelle o liste civiche 5 Stelle e avranno compiuto almeno 25 anni a febbraio 2013. Saranno escluse le persone che hanno incarichi da eletti al 29 ottobre 2012.

CHI VOTA. Potranno votare tutti i maggiorenni al momento delle votazioni on line coloro che risultano iscritti entro il 30/9/12 al MoVimento 5 Stelle e che abbiano certificato la loro identità tramite il caricamento di un proprio documento entro venerdì 02/11/12 ore 24 ora italiana. Sarà possibile votare fino a tre candidati della propria circoscrizione di residenza, i cui nominativi, per ciascuna circoscrizione, verranno pubblicati sul sito.

LE LISTE. Le liste verranno redatte per circoscrizione in base al numero di voti ottenuti dai singoli candidati. Tra i più votati coloro che avranno 40 anni o più entro febbraio 2013 e saranno inseriti nelle liste per il Senato fino a colmare il numero minimo per lista più sei. I candidati restanti saranno inseriti nelle liste per la Camera. Nel caso in cui più di un candidato in una stessa lista abbia lo stesso numero di voti, verrà inserito per primo chi ha ricevuto l'ultimo voto per primo/a. Se un candidato non ottiene voti non sarà inserito nelle liste in ogni caso. Nel caso in cui non ci siano sufficienti candidati per compilare una lista circoscrizionale verranno acquisiti i candidati in funzione della classifica degli esclusi delle singole circoscrizioni (prima tutti i primi, poi tutti i secondi, …). A parità di posizione in classifica verranno inseriti coloro che appartengono a circoscrizioni più prossime alla circoscrizione della lista. Si seguirà l'ordine del numero di circoscrizione per completare le liste. A parità di posizione in classifica e di vicinanza alla regione verrà inserito chi ha più voti, e, a parità di questi, chi ha ricevuto l'ultimo voto per primo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento