rotate-mobile
Politica

La nuova presidente del Senato Casellati nella "sua" Venezia: «Io per la città ci sarò sempre»

Venerdì visita ufficiale a Ca' Farsetti e incontro con il sindaco e le autorità civili e religiose. Sulla gestione del turismo: "Brugnaro chiede più poteri? Sottolinea esigenze reali"

E' arrivata in gondola, ha consegnato un fiore per ogni donna presente in sala, si è complimentata con il coro femminile della Fenice per l'esecuzione dell'inno di Mameli. "Il mio ruolo deve essere imparziale e terzo, ma quando sono qui mi sento a casa e il cuore batte un po' più forte". La neo presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, venerdì mattina è tornata là dove tutto era iniziato: a Ca' Farsetti. Pochi metri più in là era stata presentata ufficialmente alla stampa come candidata al collegio uninominale di Venezia per Forza Italia, ora torna come seconda carica dello Stato.

Visita ufficiale a Venezia del presidente del Senato Casellati

"Il Veneto chiede risposte particolari"

"Ho allacciato un stretto rapporto con questo territorio - ha dichiarato dopo i saluti iniziali - Mi vengono in mente tutti i posti che ho visitato, tutte le persone che mi hanno accompagnato. Io oggi ho una carica istituzionale di caratura nazionale che mi impone di essere terza e imparziale, ma non posso ignorare che oggi il Veneto chiede risposte particolari. Noi dobbiamo rendere a questo territorio ciò che ha dato in maniera molto generosa all'Italia".

"Le richieste del sindaco? Sono reali esigenze"

Nello specifico il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha chiesto maggiori poteri in chiave di sicurezza e di gestione dei flussi turistici, oltre che una nuova Legge Speciale: "Non si potranno ignorare le richieste di tutti - parla Casellati, sottolineando il suo ruolo superpartes - ma è chiaro che questo territorio, comprese le sue sollecitazioni, forse lo conosco meglio di ogni altro. Nello specifico sovrintenderò l'applicazione di tutto ciò che è stato detto in campagna elettorale. Il sindaco Brugnaro ha evidenziato reali esigenze dei cittadini".

20180406_131231-2

"Nuovo governo, no ai veti"

Una mezza promessa da Ca' Farsetti arriva, ma, come noto, tutto dipenderà anche da che colore prenderà il governo centrale: "Ho partecipato anche alle consultazioni - ha dichiarato Casellati - vediamo ciò che succederà. Si arriverà a un governo se si riuscirà a mettere in pista tutto ciò che serve a comporlo, ma per fare questo non servono i veti. Noi siamo stati eletti per risolvere i problemi quotidiani dei cittadini".

"Io per i veneziani ci sarò sempre"

I temi locali durante la cerimonia vengono lasciati da parte. Si guarda ai palazzi della polica e non si capisce ancora da chi e come saranno gestiti: "Il quadro che è uscito dalle elezioni è molto complicato - ha sottolineato Casellati - ma io sono ottimista. C'è un presidente che sta dimostrando grande equilibrio e gli italiani in questo momento hanno bisogno di rassicurazioni e di pacificazione. Ripeto ai veneziani ciò che avevo già detto in campagna elettorale, per questo territorio voglio essere riferimento, dando risposte. Io con voi - ha concluso - ci sarò sempre". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova presidente del Senato Casellati nella "sua" Venezia: «Io per la città ci sarò sempre»

VeneziaToday è in caricamento