Sabato, 19 Giugno 2021
Politica Ca' Noghera

Due emendamenti al decreto Riaperture per far ripartire i casinò

Di Lega e Italia Viva. L'esame di ammissibilità prosegue lunedì. Bazzaro: «Sedi di Ca'Vendramin Calergi e Ca'Noghera a Venezia hanno perdite per 51 milioni di euro di incassi e un passivo fra i 3 e i 4 milioni»

Due diversi emendamenti di Lega e Italia Viva al decreto Riaperture chiedono di riaprire i casinò. L'esame dell'ammissibilità dei dispositivi proseguirà lunedì, intanto la richiesta di far ripartire le case da gioco è arrivata in commissione Affari sociali alla Camera. «Per Venezia è un'ottima notizia - commenta il deputato e consigliere comunale Alex Bazzaro (Lega) - Le sedi di Ca'Vendramin Calergi e Ca'Noghera hanno registrato perdite per 51 milioni di euro di incassi e un passivo fra i 3 e i 4 milioni. Il rischio è altissimo, sia in termini occupazionali che di fallimento».

I casinò veneziani occupano 600 lavoratori diretti e 400 nell'indotto. Generano una domanda che riguarda alberghi, servizi, e trasporti nell'hinterland. Tre giorni fa i dipendenti del settore hanno manifestato in campo San Maurizio per chiedere la riapertura del gioco e dei Casinò. Intanto sono iniziati dei corsi di formazione in preparazione alla ripartenza, che dovrebbe avvenire ai primi di giugno. Lunedì prossimo l'ottava commissione consiliare si svolgerà con un sopralluogo al Casinò di Ca'Noghera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due emendamenti al decreto Riaperture per far ripartire i casinò

VeneziaToday è in caricamento