Fronte unico per il centrodestra a Venezia: Maika Canton in Fratelli d'Italia

Una coalizione con due civiche e tre partiti. Appoggio al sindaco Brugnaro. Obiettivo il Comune e tutte le Municipalità. «Zaccariotto non risulta». Breve ma significativo il saluto di Donazzan

Foto Facebook della conferenza a Mestre

Si apre con una novità, la conferenza stampa a presenze contingentate di Fratelli d'Italia, oggi venerdì 6 marzo, all'hotel Ambasciatori di Mestre. Al tavolo il dirigente nazionale Raffaele Speranzon, il coordinatore regionale, onorevole Luca de Carlo, e il coordinatore della città di Venezia Fabio Raschillà. La novità è l'adesione al partito della consigliera comunale Maika Canton, della civica dell'assessore Renato Boraso. «Per Fratelli d'Italia essere a Venezia significa allargare il progetto politico - dice De Carlo - la sfida è mostrare il nostro legame con il territorio».

La «coerenza e la correttezza dell'onorevole Giorgia Meloni, sono state un elemento non indifferente nella fase di riflessione, prima dell'adesione al progetto - dice Canton. E senza dubbio si tratta di una opportunità di crescita in ambito politico», dichiara la consigliera. Mi ricandido in Consiglio comunale, perché c'è molto da fare - afferma - specie ora, stando vicino ai cittadini in difficoltà e alle imprese stremate, prima per l'alluvione, ora per il coronavirus. Serve sbloccare gli ammortizzatori in deroga, anche per le attività più piccole, come sta dicendo Fratelli d'Italia a livello nazionale. Ringrazio tutti e spero di poter essere parte della crescita del partito».

Ringrazia Boraso, Maika Canton. «I nostri rapporti sono rimasti ottimi, ho discusso questa mia scelta con lui prima di tutto, e non si è opposto al mio desiderio di crescere politicamente. Tra l'altro c'è una sua lista solo a Favaro, a sostegno del presidente uscente Marco Bellato». Si lavora alla lista, spiega Raschillà, «le competenze le abbiamo, noi le chiamiamo "campioni" e le candidature saranno definitive quando le presenteremo. Con il sindaco Brugnaro abbiamo avuto diversi incontri, tutti cordiali. Fratelli d'Italia appoggia il sindaco, e l'accordo sarà un accordo di coalizione, ma faremo delle richieste», potrebbero essere relative agli ambiti che per il partito rappresentano i cavalli di battaglia, come la sicurezza. «La coalizione - dichiarano Speranzon e Raschillà - sarà composta da due civiche, la Fucsia del sindaco e la lista di Roberto Panciera, e tre partiti: Forza Italia, Fratelli d'Italia e la Lega. «Cinque anni fa fu più difficile, perché la Lega si aggregò solo in un secondo momento a Venezia - dice Canton - Oggi le prospettive sono diverse». E riguardano non solo il Comune ma tutte le Municipalità: «Ci muoveremo come coalizione, chiaro che vanno messe le persone adatte nelle posizioni adatte. Il processo decisionale a livello decentrato sarà più fluido, e coerente con quello comunale», precisa De Carlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'onorevole e coordinatore regionale esclude infine che ci sia una ufficialità della presenza dell'assessore Francesca Zaccariotto in FdI. Dice De Carlo «Zaccariotto è un fattore, ma dall'essere un fattore a essere un fattore di FdI, c'è una differenza. Il bilanco della gestione Brugnaro - afferma - è stato più che positivo. Il centrodestra deve dare un bel segnale di unità. Non ha senso spaccare in un posto dove se il centrodestra va unito, vince. Questa è la linea del partito del coordinatore regionale. Un partito che è una comunità da sempre». Breve ma significativo il saluto di Elena Donazzan alla conferenza. «Mi ha fatto davvero molto piacere», ha detto Canton.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Tutte le Municipalità al centrodestra tranne Venezia: chi sono i nuovi presidenti

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento