rotate-mobile
Politica Cinto Caomaggiore

Ciao ciao Cinto Caomaggiore, dalla Regione l'ok "all'annessione" al Friuli

Il Consiglio ha approvato all'unanimità una mozione e una risoluzione che impegnano Palazzo Balbi a intervenire al Parlamento affinché inizi l'iter legislativo per il comune veneziano e per Sappada

E' arrivato il via libera del Consiglio regionale Veneto alla richiesta del comune bellunese di Sappada e di quello veneziano di Cinto Caomaggiore di passare amministrativamente al Friuli Venezia Giulia.

 

L'assemblea veneta ha approvato all'unanimità una mozione e una risoluzione che impegnano la Giunta ad intervenire presso il Parlamento per far procedere l'iter legislativo. Nei due Comuni veneti si erano svolti altrettanti referendum consultivi nel corso dei quali gli elettori si erano espressi a larga maggioranza (95% a Sappada nel 2008 e 65% a Cintocaomaggiore nel 2006) per il "cambio" di Regione.

 

Ciò rappresenta "il malessere che la Regione del Veneto vive quotidianamente, a causa di uno Stato che non dà risposte in materia di autonomia e federalismo, mantenendo viva una imbarazzante sperequazione, ovvero una disparità di trattamento tra i veneti e le altre comunità confinanti - commenta il governatore Luca Zaia - Rispetto fino in fondo questa richiesta dei Comuni di passare ad altre Regioni, perché è doveroso rispettare l'autodeterminazione e la volontà delle comunità. Dall'altro verso osservo che più che motivazioni identitarie ci sono motivazioni di natura economica che spingono molti Comuni di confine a guardare con interesse al di là dello steccato. Di questo passo - conclude il governatore - converrebbe che la Regione Veneto chiedesse di essere 'annessa' a Bolzano. Avremmo così ottenuto due risultati: avere un trattamento da nababbi, e garantire all'Alto Adige lo sbocco al mare. E Roma continua a dormire!". (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciao ciao Cinto Caomaggiore, dalla Regione l'ok "all'annessione" al Friuli

VeneziaToday è in caricamento