Politica

Nozze tra Venezia e Padova, Orsoni: "La Regione si dovrà rassegnare"

Dopo il voto favorevole del Consiglio comunale euganeo all'entrata nella Città metropolitana lagunare, il titolare di Ca' Farsetti chiede a palazzo Balbi di "cavalcare questa opportunità"

Il sindaco Giorgio Orsoni

"Le città metropolitane finora non si sono fatte soprattutto perché le Regioni non le volevano, ma adesso che il governo ha messo il pallino in mano ai Comuni e affronta con decisione questo tema la cosa risulta fattibile". Parola del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, che incassa con soddisfazione il via libera del Consiglio comunale di Padova al progetto di città metropolitana con Venezia augurandosi che la Regione decida di 'deporre le armi'.

 

PADOVA NELLA CITTA' METROPOLITANA: IL PRIMO SI

 

"Sono molto felice - commenta Orsoni - perché dimostra che la città metropolitana può essere una realtà viva proprio per il fatto che prende le sue mosse dalle realtà locali, dai Comuni che affrontano le cose in maniera seria e intelligente e spingono perché si realizzi. E' chiaro che la Regione fa le ultime resistenze: spero, almeno, che siano le ultime".

Il sindaco di Venezia sollecita quindi la Regione e il governatore Luca Zaia a non ostacolare più il progetto. "Penso che Palazzo Balbi si debba rassegnare", conclude Orsoni, per il quale anche la semplice rassegnazione sarebbe comunque un atteggiamento sbagliato: "La Regione dovrebbe cavalcare questa opportunità, perché è un'opportunità non solo per le aree all'interno della città metropolitana ma anche per tutto il resto del Veneto".

 

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nozze tra Venezia e Padova, Orsoni: "La Regione si dovrà rassegnare"

VeneziaToday è in caricamento